21 febbraio 2017 / 09:41 / 10 mesi fa

Zona euro, attività accelera a ritmo maggiore da aprile 2011

(Reuters) - La crescita del settore privato e del manifatturiero ha accelerato a sorpresa nella zona euro -- portandosi ai massimi di sei anni a febbraio -- e la creazione di nuovi posti di lavoro ha toccato i massimi da agosto 2007 spinta da una domanda robusta e da ottimismo per il futuro.

Una nuova moneta da 2 euro presentata nei giorni scorsi a Berlino. Foto del 10 febbraio 2017. REUTERS/Hannibal Hanschke

L‘indice composito preliminare Pmi a cura di IHS Markit per la zona euro, considerato un buon indicatore di crescita, è salito decisamente a 56, il livello più alto da aprile 2011, da 54,4 in gennaio, contrariamente alle stime per una leggera discesa a 54,3.

Secondo Markit l‘accelerazione suggerisce che la crescita economica potrebbe toccare lo 0,6% nel primo trimestre secondo Markit.

Il sottoindice composito che misura l‘occupazione si è attestato al 54,3%, i massimi di oltre 9 anni.

Il Pmi manifatturiero flash della regione è salito a 55,5 da 55,2 di gennaio, il livello più alto da aprile 2011. Robusto anche il Pmi servizi a 55,6 da 53,7, sopra le attese di 53,7. Anche il sottoindice dei servizi relativo al ‘new business’ si è posizionato a 55,8, i massimi di circa sei anni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below