9 febbraio 2017 / 16:40 / 8 mesi fa

BTP chiudono in rialzo terza seduta consecutiva, mercato ottimista su Moody's

MILANO (Reuters) - Terza chiusura consecutiva in rialzo per i Btp, che risalgono dai minimi toccati in settimana su ricoperture tecniche, in un clima che resta di complessiva cautela sull‘incerta evoluzione dello scenario politico in alcuni paesi chiave della zona euro, Francia in testa.

** L‘andamento dei prezzi, spiega un dealer di una banca italiana specialista, sottende un certo ottimismo rispetto al verdetto di Moody’s di domani: il mercato non sconta un downgrade del rating sovrano italiano Baa2, su cui l‘agenzia ha messo un outlook negativo dopo le dimissioni di Matteo Renzi in seguito alla sconfitta al referendum costituzionale.

** Intorno alle 17,20 il tasso del decennale italiano scende in area 2,18% da 2,25% del finale di seduta di ieri, dopo una fiammata a 2,40% ad inizio settimana, picco dal luglio 2015.

** Il premio al rischio nei confronti dell‘analoga scadenza del Bund recede a 188 punti base da 195 punti base di ieri sera, allontanandosi da quota 204, massimo da febbraio 2014 segnato ieri.

** A rassenerare il clima ha contribuito la presa d‘atto che nello scenario politico italiano, pur in evoluzione, non stiano emergendo chiari segnali di accelerazione verso il voto quest‘anno, in assenza di una legge elettorale omogenea per entrambi i rami del Parlamento.

** All‘interno del Partito democratico il segretario Matteo Renzi sembra aver smorzato i toni che sollecitavano un rapido ritorno alle urne, mentre il dialogo con la Commissione europea sui conti pubblici ha assunto toni più distesi.

** In arrivo domani anche il giudizio della stessa Moody’s sulla Francia, che ha un outlook stabile sul rating Aa2. La carta francese è stata protagonista di un recupero stamane, con il tasso del decennale rientrato sotto l‘1% per la prima volta dopo due settimane.

** Parigi resta comunque al centro delle preoccupazioni degli investitori per l‘approssimarsi delle presidenziali di aprile, su cui incombe l‘incognita di Marine Le Pen, candidata di estrema destra e favorevole all‘uscita dall‘euro, che potrebbe beneficiare della recente predilezione mostrata dagli elettori per i movimenti anti-establishment ed euroscettici.

** Tornando all‘Italia, domani prenderà il via il ciclo di aste di metà mese, con l‘offerta di Bot 12 mesi per 6,5 miliardi. In chiusura di seduta il Buono febbraio 2018 sconta un rendimento negativo di -0,235%, che se confermato in asta mostrebbe una risalita dal minimo storico di -0,250% del collocamento di gennaio.

** Più impegnativo l‘appuntamento con l‘asta a medio-lungo termine lunedì, quando il Tesoro offrirà fra 6,25 e 8,5 miliardi di euro di Btp a 3, 7 e 30 anni in corso di emissione e di due titoli off-the-run.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below