7 febbraio 2017 / 08:52 / 8 mesi fa

Borsa Milano chiude in lieve calo, giù banche e Fca, UniCredit +0,5%

Operatori a lavoro. REUTERS/Lucas Jackson

MILANO (Reuters) - Dopo le pesanti perdite della vigilia Piazza Affari chiude in modesto calo una seduta incerta, con i bancari che tornano a essere venduti nel finale ridimensionando il tentativo di rimbalzo di UniCredit, al secondo giorno di aumento di capitale.

A livello europeo la cautela sembra dominare anche sulle altre borse e in particolare i finanziari scontano il calo del 4,8% di Bnp Paribas sulla scia di risultati sotto le attese.

** L‘indice FTSE Mib chiude in ribasso dello 0,17% e l‘AllShare scende dello 0,12%. Volumi nel finale intorno a 2,5 miliardi di euro.

** Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 avanza dello 0,3% circa. In linea i principali listini nazionali mentre Parigi, appesantita da Bnp, cede lo 0,5%. Moderatamente positivi gli indici di Wall Street.

** FIAT CHRYSLER, nel mirino della magistratura francese per le presunte manipolazioni delle emissioni di alcuni motori diesel, archivia la seduta in ribasso del 2,9%, sopra i minimi della mattinata, con scambi poco sopra la media a 30 giorni. La società ha ribadito che i suoi veicoli sono “pienamente conformi alle norme in materia di emissioni”.

** UNICREDIT, dopo una flessione di quasi il 7% alla vigilia, chiude con un progresso dello 0,5% al secondo giorno dell‘aumento di capitale da 13 miliardi. Volumi in linea con la media degli ultimi cinque giorni. I diritti relativi all‘aumento nel finale sono poco mossi mentre le risparmio balzano di quasi il 10%.

** In generale il paniere dei bancari cede l‘1,2% e vede tra i peggiori BANCO BPM, in ribasso del 6%, e BPER, -3,5%.

** INTESA SANPAOLO arretra dell‘1,9% e GENERALI cede lo 0,6% in attesa di sviluppi su un‘eventuale integrazione tra le due società.

** In controtendenza il comparto del risparmio gestito in cui spicca il +3,3% di AZIMUT, che oggi ha annunciato l‘avvio del programma di buy back. Salgono anche BANCA MEDIOLANUM (+1,7%) e FINECOBANK (+1,6%), che a metà giornata ha dato i risultati.

** Qualche spunto positivo anche nel settore del lusso con MONCLER che balza dell‘1,9% e LUXOTTICA dell‘1,3%.

** Comprata STM (+1,6%) sulla scia del balzo del 22% del gruppo di semiconduttori AMS dopo i risultati.

** Tra le small cap, BEST UNION brilla con un +4,4% dopo che dalle comunicazioni Consob è emerso che Palladio ha in mano il 5,197% del capitale.

** All‘Aim vola SMRE (+27,6%) che ha annunciato un nuovo accordo con un costruttore di veicoli commerciali giapponese per lo sviluppo congiunto di un nuovo camion elettrico da 7,5 tonnellate per il mercato cinese.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below