2 febbraio 2017 / 11:59 / tra 10 mesi

Greggio in moderato rialzo, tagli output compensano aumento scorte

LONDRA (Reuters) - Prezzi del greggio in moderato rialzo, con il mercato sostenuto dalle indicazioni che i paesi dell‘Opec ed esterni all‘organizzazione stanno implementando i tagli alla produzione, anche se pesa il forte aumento delle scorte Usa di greggio e benzina.

** Intorno alle 11,55 italiane il contratto sul Brent per consegna aprile sale di 49 cent a 57,29 dollari dopo aver guadagnato 1,22 dollari alla vigilia. La scadenza marzo sul greggio leggero Usa avanza di 34 cent a quota 54,11 (+1,07 dollari ieri).

** Entrambi i benchmark sono adesso vicini alla parte alta dei recenti range di prezzo. Il Brent ha trascorso la maggior parte degli ultimi due mesi tra 53,00 e 58,00 dollari a barile, con un premio di circa 2,50 dollari sul futures Usa.

** Le scorte di greggio Usa hanno registrato la scorsa settimana un inatteso accumulo di 6,5 milioni di barili, secondo i dati Eia diffusi ieri, a fronte di previsioni per +3,3 milioni. Le riserve di benzina sono aumentate di 3,9 milioni contro attese per un incremento di un milione di barili.

** Quanto ai tagli alla produzione concordati lo scorso anno dall‘Opec e da altri paesi, un sondaggio Reuters questa settimana ha mostrato che molti produttori petroliferi stanno rispettando l‘accordo con un livello di ottemperanza superiore all‘80%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below