23 dicembre 2016 / 11:23 / 10 mesi fa

Greggio scende sotto 55 dlr al barile, pesa aumento produzione Libia

LONDRA (Reuters) - Il petrolio scende sotto quota 55 dollari al barile a seguito del dollaro forte che pesa sulle materie prime, mentre l‘incremento della produzione in Libia minaccia di pesare sui tagli previsti alla produzione da parte dei Paesi Opec e da altri produttori.

Il greggio sta ancora trattando sui livelli massimi da metà 2015, sostenuto dall‘accordo fra Opec e Paesi non membri del cartello per ridurre la produzione di circa 1,8 milioni di barili al giorno dal prossimo primo di gennaio.

Il Brent cede 32 centesimi a 54,73 dollari al barile dopo essere salito dell‘1,1% ieri. Lo scorso 12 dicembre ha raggiunto quota 57,89 dollari al barile, il livello più elevato da luglio 2015. Il Greggio Usa perde 37 centesimi a 52,58 dollari al barile.

La National Oil Corp libica spera di aggiungere 270.000 barili al giorno alla produzione nazionale nei prossimi tre mesi.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below