20 dicembre 2016 / 18:18 / 10 mesi fa

Mediaset proseguirà inziative legali contro Vivendi, rischio paralisi attività

MILANO (Reuters) - Il Cda di Mediaset, riunito oggi, ha deciso all‘unanimità di proseguire nella battaglia legale secondo i tempi stabiliti contro la mancata esecuzione del contratto vincolante per la cessione a Vivendi del 100% della pay tv Premium firmato lo scorso 8 aprile.

In una nota il Biscione rileva, inoltre, che l‘ingresso del colosso dei media francese in misura superiore al 10% -- i francesi hanno appena annunciato di avere il 25,75% del capitale e il 26,77% dei diritti di voto -- configura un rischio di paralisi delle attività di sviluppo industriale di Mediaset.

“Il Cda di Mediaset contesta la fuorviante rappresentazione di Vivendi secondo cui il contratto dell‘8 aprile prevede un acquisto da parte di Vivendi di una partecipazione nel capitale sociale di Mediaset. Il contratto, in realtà, prevede soltanto uno scambio concordato, bilanciato e paritario di partecipazioni di stretta minoranza (3,5% di Mediaset in Vivendi e viceversa), scambio funzionale unicamente alla realizzazione della partnership industriale stabilita nel contratto”.

“Di più, l‘accordo vieta esplicitamente l‘acquisto da parte di Vivendi di azioni Mediaset oltre la soglia del 5% da raggiungere gradualmente almeno nell‘arco di tre anni”, sottolinea ancora la nota.

Mediaset evidenzia “che nel comunicato stampa del 19 dicembre 2016 Vivendi esplicita la propria volontà di accrescere fino al 30% la posizione in Mediaset con l‘intenzione di sviluppare le proprie attività in Europa Meridionale e perseguire le proprie ambizioni strategiche quale primario gruppo internazionale con sede in Europa nel settore dei media e contenuti. Dette ambizioni strategiche e detti piani sono ignoti a Mediaset e al mercato”.

Infine, il Cda del Biscione ha deliberato la presentazione di un esposto all‘Agcom in cui si segnala l‘illegittimità della condotta posta in essere da Vivendi in violazione della disciplina di settore e, in particolare, dell‘art. 43 comma 11 del Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici, nonché il possibile ostacolo alle strategie di sviluppo di Mediaset in ragione del collegamento incrociato con Telecom Italia.

Nell‘esposto Mediaset chiede interventi “anche in via provvisoria e di urgenza”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below