December 19, 2016 / 6:44 PM / a year ago

Mediaset, Vivendi decide salita al 30%, Fininvest si rivolge a Consob

PARIGI (Reuters) - Sale al fulmicotone lo scontro fra Mediaset e Vivendi. In un doppio comunicato in contemporeanea, mentre Fininvest da Milano annunciava di avere presentato a Consob e Borsa Italiana un esposto per manipolazione del mercato e abuso di informazioni privilegiate nei confronti dei francesi, da Parigi, Vivendi rispondeva con la decisione di aumentare il suo investimento in Mediaset entro i limiti del 30% di capitale e diritti di voto rispetto al 20% attuale.

Dopo l‘incontro tra Arnaud de Puyfontaine, presidente del Management Board, e Pier Silvio Berlusconi, Ceo di Mediaset venerdì scorso, il management board di Vivendi si è riunito oggi e ha deciso, con l‘ok del consiglio di sorveglianza, di aumentare il suo investimento in Mediaset acquistando altre azioni a seconda delle condizioni di mercato entro i limiti del 30% del capitale e dei diritti di voto, per la nota.

Dal canto suo, la holding della famiglia Berlusconi che, dopo l‘ingresso dei francesi nel capitale, si è portata al 38,266% di Mediaset (39,775% dei diritti di voto), nell‘esposto odierno chiede alla Commissione di esercitare i poteri che le norme le attribuiscono in materia (articolo 187 d.lgs 24 febbraio 58/1998). In pratica si chiede anche il sequestro dei beni, ispezioni e perquisizioni.

I legali di Fininvest hanno anche depositato presso la Procura della Repubblica di Milano ulteriori documenti relativi alla vicenda.

Intanto, domani, si riunisce il Cda di Mediaset. Secondo diverse fonti vicine al dossier, oltre a discutere dell‘informativa legata alla recenti mosse di Vivendi nel capitale del gruppo italiano, alla luce anche di quanto annunciato oggi, potrebbe esaminare il ritorno alla casa madre, precisamente sotto Rti, dei giornalisti sportivi e di altri lavoratori (complessivamente poco più di un centinaio di persone su oltre duecento) confluiti nella pay tv Premium.Sotto Rti rientrerebbero anche i diritti televisivi relativi alla stagione 2017-2018 della Champions League, l‘ultima del triennio di esclusiva conquistato dal Biscione.

Nessun commento da Mediaset.

La decisione del Biscione sarebbe maturata dopo la scalata dei francesi partita la scorsa settimana. Premium è stata “societarizzata” alcuni anni fa proprio in vista di una sua cessione; vendita che è stata siglata con i francesi, ma poi è saltata perché Vivendi si è tirata indietro a fine luglio con conseguente inizio del contenzioso legale fra i due gruppi.

(Giancarlo Navach, Elvira Pollina)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below