15 dicembre 2016 / 11:01 / un anno fa

Svizzera, banca centrale conferma tassi, non esclude nuovo taglio

BERNA (Reuters) - La banca centrale svizzera ha confermato i tassi di interesse su minimi record per tenere a freno un franco “significativamente sopravvalutato”.

Il range obiettivo per il Libor a tre mesi è rimasto tra -0,25 e -1,25% e il tasso di interesse sui depositi a -0,75%.

Il numero uno di Swiss National Bank Thomas Jordan ha dichiarato che potrebbe nascere la necessità di abbassare ulteriormente i tassi. “Non possiamo escludere che un ulteriore passo al ribasso diventi necessario”, ha detto a una conferenza stampa.

Nel comunicato sui tassi la banca centrale sottolinea che “il tasso di interesse negativo e l‘intenzione di Snb di intervenire sul mercato valutario sono finalizzati a rendere meno attraente il franco svizzero, allentando così le pressioni sulla valuta”.

Jordan ha evidenziato come la disponibilità a intervenire sul forex rimanga invariata sebbene dalla decisione della Federal Reserve di alzare i tassi di interesse sia arrivato un segnale positivo.

L‘istituto centrale ha inoltre limato le previsioni di inflazione nel 2017 e 2018 ma ha mantenuto le prospettive di una crescita dell‘economia intorno all‘1,5% per quest‘anno e il prossimo.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below