13 dicembre 2016 / 09:58 / in un anno

Italia, fattura energetica -10,9 miliardi su 2015

ROMA (Reuters) - Nel 2016, anche grazie al basso livello dei prezzi, la fattura petrolifera è diminuita di 4,2 miliardi di euro e la bolletta energetica complessiva addirittura di 10,9 miliardi con una contrazione del 31% a 24 miliardi.

Lo dice l‘Unione petrolifera nel suo preconsuntivo che viene presentato oggi, spiegando che i consumi italiani sono rimasti stabili rispetto al 2015 e il grado di dipendenza dall‘estero, invece, è aumentato al 93%.

Per il 2017, a consumi invariati, l‘associazione dei produttori di petrolio, vede una fattura petrolifera di circa 16 miliardi e una fattura energetica sui 33/36 miliardi a causa del possibile aumento del greggio, che Up colloca a 50/60 dollari dopo gli accordi fra i paesi produttori delle scorse settimane.

I “consumi italiani non hanno subito sostanziali variazioni all‘anno precedente, anno in cui si è registrato il primo incremento dopo 14 anni di ininterrotte riduzioni: le fonti fossili hanno soddisfatto circa il 79% del totale rispetto all‘85% del 2010” si legge nel comunicato. Nel 2016 sono state consumate 59,7 milioni di tonnellate di prodotti petroliferi, lo 0,5% in meno rispetto all‘anno scorso.

Ferma sui livello del 2015 l‘industria della raffinazione con un capacità di 87,2 milioni di tonnellate. Ma il comparto in Italia denuncia Up “presenta ancora un eccesso di capacità produttiva”.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below