8 dicembre 2016 / 07:39 / tra 10 mesi

Borse Asia-Pacifico positive spinte da dati Cina e attese Bce

8 dicembre (Reuters) - L‘azionario asiatico tocca il massimo da circa un mese sostenuto dai positivi dati sul commercio estero cinese e dall‘attesa che la Banca centrale europea annunci l‘estensione oltre marzo del Quantitative easing.

Il saldo della bilancia commerciale cinese a novembre ha mostrato un surplus di 44,6 miliardi di dollari, in calo dai 49,1 miliardi di dollari di ottobre. Le importazioni sono cresciute del 6,7% e le esportazioni dello 0,1%, a fronte di aspettative per -1,3 e -5% rispettivamente.

L‘indice MSCI guadagna l‘1,2%, mentre TOKYO ha chiuso in rialzo di 1,5 punti percentuali.

SYDNEY mette a segno un +1,2% sulla scia dei dati cinesi. L‘Australia infatti è uno dei principali fornitori di commodity alla Cina. Tra i titoli in evidenza, BHP Billiton, Fortescue Metals e Rio Tinto guadagnano tra l‘1 e il 3%.

TAIPEI staziona sui massimi da circa un mese e mezzo. Hon Hai Precison guadagna l‘1,8% dopo aver reso noto che intende espandere le attività negli Stati Uniti.

SEUL sfiora il +2% trainata da Samsung Electronics, che sale dell‘1% per via delle attese di utili in crescita con il lancio dei nuovi prodotti.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below