November 29, 2016 / 12:17 PM / 2 years ago

Borse Europa piatte, tra bancari forti e minerari deboli

LONDRA (Reuters) -

Le borse europee sono oggi piatte dopo la seduta negativa di ieri, con il comparto bancario più sostenuto ma con i titoli minerari in calo a seguito della discesa dei prezzi dei metalli.

L’indice europeo dell’industria estrattiva cala dello 0,9%, mentre i prezzi dei principali metalli industriali perdono tra l’1% e il 2,2% dopo i recenti guadagni.

L’indice del petrolio e del gas è anch’esso in calo e perde lo 0,6%.

Le azioni di Antofagasta, BHP Billiton, Rio Tinto e Anglo American perdono tra l’1,5% e il 3,5% circa dopo il calo registrato da rame, alluminio e nickel.

L’indice pan-europeo STOXX 600 segna +0,07%. Londra perde lo 0,6%, Francoforte guadagna lo 0,1%, Parigi lo 0,54%, Madrid piatta.

Ieri lo Stoxx 600 ha chiuso a -0,8%, soprattutto a causa del calo delle banche italiane per i timori sulla situazione del Monte dei Paschi.

Oggi comunque l’indice bancario italiano cresce di oltre il 2% dopo aver perso ieri il 4%. Ma resta circa il 15% sotto i livelli di due settimane fa, mentre l’Italia si prepara al referendum costituzionale del 4 dicembre.

“Guardando le mosse odierne, sembra che alcuni investitori ritengano il recente sell-off delle banche italiane eccessivo. Ci potrebbe essere qualche aggiustamento di portafogli all’ultimo minuto prima del referendum”, dice Peter Dixon, economista di Commerzbank.

“E’ importante analizzare la tendenza recente, più che guardare alle questioni di oggi. Tutte le incertezze relative al referendum italiano restano. Assumeremo un atteggiamento molto cauto sul settore bancario del Paese”.

L’azienda svizzera di biotech Actelion perde il 4% dopo la notizia che non sta attivamente valutando la vendita ma piuttosto pensa un “accordo complicato” per legarsi a Johnson & Johnson.

La britannica TalkTalk guadagna oltre il 4,5%, con un rimbalzo rispetto ai minimi da quattro anni, dopo che l’authority britannica del settore telecom ha annunciato che si rivolgerà alla Commissione europea per provare a costringere BT a sganciarsi legalmente da Openreach, il network della banda larga con milioni di clienti.

Openreach è una divisione di BT Group che mantiene e sviluppa la rete principale usata da provider come Sky, TalkTalk, Vodafone e dalla stessa BT.

(Atul Prakash)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below