16 novembre 2016 / 15:17 / in un anno

Crac Parmalat, pm chiede assoluzione Imbert e altri tre ex manager Jp Morgan

PARMA (Reuters) - La procura di Parma, a conclusione del processo con rito abbreviato per l‘imputazione di bancarotta fraudolenta in uno dei filoni del crac Parmalat, ha chiesto ieri l‘assoluzione dell‘ex numero uno di Jp Morgan in Italia Federico Imbert e di altri tre allora dirigenti della banca.

Lo hanno riferito fonti giudiziarie, aggiungendo che la procura ha chiesto l‘assoluzione anche per l‘ex vice di Imbert Gabriele Schiavi e i due manager Alessandro Mitrovich e Alessandro Ronbelli.

L‘ipotesi dell‘inchiesta, avviata più di 10 anni fa, era che i vertici italiani della banca Usa avessero aggravato il dissesto Parmalat con l‘emissione di bond quando erano già note le criticità dei bilanci della società, fallita a fine 2003.

La procura, dicono le fonti, ritiene che nel corso dell‘abbreviato non siano emersi elementi atti ad accertare una eventuale responsabilità penale degli imputati.

La sentenza del gup Paola Artusi è prevista il 20 dicembre.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below