3 novembre 2016 / 12:27 / in un anno

Greggio prova a risalire dopo ultimi ribassi

LONDRA (Reuters) - Dopo quattro sedute di ribassi, i prezzi del greggio sono in lieve rialzo sostenuti dalla notizia di un attacco ad un oleodotto nigeriano e dal calo del dollaro.

Ieri i futures hanno toccato i minimi di cinque settimane sui dati settimanali delle scorte di petrolio Usa, che hanno mostrato una crescita record alimentando il sentiment negativo sulla capacità dell‘Opec di frenare la forte produzione.

“Dopo una serie di notizie negative, culminate con un altro dato imprevedibile sulle scorte, il greggio si è stabilizzato e si è mosso al rialzo, spinto dalle ricoperture e dalla sensazione di un eccessivo pessimimso attorno al raggiungimento di un accordo Opec” dice Ole Hansen, capo strategist sulle commodity a Saxo Bank.

Sul fronte del dollaro, il biglietto verde scende per il terzo giorno in un mercato nel quale predomina il nervosismo sulle imminenti elazioni presidenziale rispetto a quanto emerso dal‘ultimo meeting della Fed, che ha cementato le aspettative di mercato di un rialzo dei tassi nella prossima riunione di dicembre.

Alle 12,30, il derivato sul Brent con consegna gennaio guadagna 51 centesimi (+1,1%)a 47,37 dollari, il futures WTI sul greggio Usa avanza di 45 centesimi (-0,97%) a 45,78 dollari.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below