October 17, 2016 / 11:07 AM / 2 years ago

Greggio cede terreno su crescita perforazioni Usa, dollaro forte

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio si muovono al ribasso, penalizzati dalla crescita del conteggio delle trivelle negli Stati Uniti e dal dollaro forte, anche se le attese di un intervento dell’Opec il prossimo mese per tagliare la produzione stanno fornendo una base ai futures.

I derivati sul greggio Usa West Texas Intermediate (Wti) cede 17 centesimi a 50,18 dollari al barile dopo essere sceso fino a un minimo di 49,94.

Il futures sul Brent cede 7 centesimi a 51,88 dollari al barile, dopo avere toccato un minimo di 51,56 dollari.

Secondo i trader, il Wti è sotto pressione a seguito di uno studio di Baker Hughes che mostra come siano state aggiunte quattro trivelle negli Usa nella settimana terminata il 14 ottobre. Si tratta della sedicesima settimana consecutiva che i perforatori petroliferi non hanno fatto tagli e questo indica che altra produzione è in arrivo.

Inoltre, il petrolio trattato in dollari diventa più costoso per i Paesi che non hanno la valuta Usa in questa fase di rafforzamento del biglietto verde, limitando potenzialmente la domanda.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below