17 dicembre 2015 / 08:45 / 2 anni fa

Dollaro si rafforza dopo Fed, Wall Street ben accoglie stretta

LONDRA (Reuters) - Il primo rialzo dei tassi dal 2006 da parte della Fed ha portato il dollaro a un ulteriore lieve apprezzamento contro le principali valute sebbene la stretta monetaria fosse stata già in buona parte prezzata dai mercati.

Operartori a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid

** “La Fed ha lanciato un messaggio dal retrogusto restrittivo. Nonostante questo, l‘azionario Usa e i mercati finanziari sono stati complessivamente tranquilli nella loro reazione”, dice Masafumi Yamamoto, strategist a Mizuho Securities. “Il fatto che l‘appetito di rischio si sia mantenuto è la chiave della forza del dollaro, in aggiunta al rialzo dei rendimenti dei Treasuries”.

** Attorno alle 9,40 l‘indice del dollaro contro un paniere di valute vede un rialzo di quasi lo 0,9% a 98,715.

** Al termine della riunione del Fomc, la banca centrale Usa ha varato la prevista stretta da un quarto di punto, innalzando il riferimento per i Fed Fund a 0,25-0,50% da 0-0,25%. Il voto è stato unanime. L‘istituto centrale ha spiegato di aspettarsi che le condizioni economiche evolvano in modo da garantire “aumenti solo graduali” dei tassi. In particolare, per determinare la tempistica e l‘ammontare delle future mosse su tassi, la banca centrale guarderà alle condizioni attuali e attese relative a lavoro e inflazione.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below