16 dicembre 2015 / 11:51 / tra 2 anni

Greggio torna a scendere su dati scorte Api, attesa rialzo tassi Usa

LONDRA (Reuters) - Il greggio torna a perdere terreno sulle nuove indicazioni di un crescente eccesso di offerta globale, in attesa della decisione di questa sera della Fed che probabilmente alzerà i tassi di interesse, dando una spinta al dollaro e mettendo sotto pressione le commodity.

Intorno alle 12,30 il contratto sul Brent per consegna gennaio cede 82 cent a 37,63 dollari, dopo aver chiuso ieri in rialzo di 53 cent, il primo segno positivo in otto giorni.

La scadenza analoga sul greggio Usa arretra di 19 cent a quota 37,16, dopo aver guadagnato oltre un dollaro alla vigilia.

Gli analisti monitorano un eventuale test del Brent dei minimi di dicembre 2008 a 36,20 dollari, la cui rottura al ribasso porterebbe il benchmark a livelli non più visti dal 2004.

Ieri i dati dell‘American Petroleum Institute hanno mostrato un‘inattesa salita di 2,3 milioni di barili delle scorte settimanali di greggio Usa, mentre gli analisti si aspettavano un decumulo di 1,4 milioni. Oggi l‘attenzione sarà rivolta alle statistiche dell‘Eia.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below