December 3, 2015 / 4:48 PM / 3 years ago

BTP chiudono in netto calo, delusione per Bce, spread tiene sotto 100

MILANO (Reuters) - Chiusura in netto calo per i Btp nel giorno in cui la Bce ha annunciato nuove misure espansive, consistenti nel taglio di 10 punti base del tasso sui depositi overnight e nell’estensione del Qe almeno fino a marzo 2017.

Il mercato, che si trovava su posizioni molto lunghe, è rimasto tuttavia deluso dal fatto che Francoforte abbia sì esteso la durata temporale del Qe, ma non il suo importo mensile, che resta di 60 miliardi di euro.

** Il tasso sul Btp decennale è risalito sopra quota 1,40% (da un minimo di 1,37% in mattinata) dopo l’annuncio del taglio del tasso sui depositi e poi fino al massimo intraday di 1,67%, durante la conferenza stampa del presidente Bce Mario Draghi. Il tasso a 2 anni è tornato in positivo. “C’è stata una lettura negativa, forse eccessivamente, di quanto ha annunciato la Bce; si scontava un taglio maggiore del deposit rate e un aumento degli acquisiti mensili, che non c’è stato” spiega un trader.

** In un contesto di volumi “molto forti”, le vendite hanno colpito soprattutto la scadenza più liquida, il decennale, con la curva italiana in irripidimento sul tratto 2-10 e in appiattimento sul 10-30.

** In negativo anche la carta ‘core’ ma in maniera meno pesante: lo spread Btp/Bund ha allargato fino a 111 pb, oltre 20 in più rispetto ai minimi della mattinata.

** Draghi ha comunque lasciato aperta la porta a nuovi interventi espansivi in futuro. “Oggi la Bce ha fatto questo, nulla vieta altre misure in futuro: francamente le aspettative di inflazione e crescita restano molto deboli” afferma un secondo operatore. “Vendere a 1,30%-1,40% di rendimento poteva aver senso, ma a 1,60% la vedo difficile senza grandi prospettive di rialzo dei tassi in Europa”.

** “Oggi il movimento è stato sicuramente impressionante, ma credo che le cose si riassesteranno: da domani la Bce riprende a comprare e aggiungo che questa correzione è salutari, ripulisce il mercato da molte posizioni speculative ormai insostenibili” conclude l’operatore.

** Nel pomeriggio il governatore della Fed Janet Yellen conferma che un rialzo dei tassi Usa è vicino (senza indicare esplicitamente l’appuntamento di dicembre) e che grande importanza l’avranno i dati di domani sul mercato del lavoro.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below