27 novembre 2015 / 12:20 / tra 2 anni

Greggio debole su eccesso offerta, dati Cina, pesa dollaro

LONDRA (Reuters) - Quotazioni in discesa per il petrolio, che porta la perdita del mese al 9%, sui dati macro cinesi deludenti e sui timori per l‘eccesso di offerta, che più che compensano la spinta al rialzo legata ai timori geopolitici.

Pesa anche il dollaro, stabile sui massimi da nove mesi. La forza del biglietto verde rende il greggio più costoso per gli acquirenti detentori di altre valute.

Alle 12,50 circa il futures sul Brent perde 33 centesimi a 45,13 dollari il barile.

Il West Texas Intermediate (WTI) futures, benchmark per il mercato Usa, cala di 94 cent a 42,11.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below