18 giugno 2015 / 09:41 / 2 anni fa

Cdp, Guzzetti: collaboreremo a rilancio con governo, ma conti in ordine

LUCCA (Reuters) - Le 64 Fondazioni azioniste di Cassa depositi e prestiti intendono collaborare con il governo nel rilancio dell‘attività di Cdp a sostegno della politica industriale ma a condizione che i conti della società controllata dal Tesoro restino in ordine.

Lo ha detto Giuseppe Guzzetti, presidente dell‘Acri e di Fondazione Cariplo, nel suo intervento al 23° Congresso nazionale dell‘associazione delle Fondazioni e delle Casse di risparmio in corso oggi e domani a Lucca.

Il governo ha deciso di sostituire i vertici della Cdp, il presidente Franco Bassanini e l‘AD Giovanni Gorno Tempini, che pure hanno ricevuto da Guzzetti parole di apprezzamento per il “grande lavoro svolto in questi anni”. L‘obiettivo dell‘esecutivo è dare un nuovo impulso all‘attività di Cdp, come strumento per rilanciare la crescita.

I candidati per il nuovo vertice di Cdp, secondo fonti vicine al dossier, sono Claudio Costamagna alla presidenza e Fabio Gallia come AD.

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi, parlando a Porta a Porta due giorni fa, ha detto che il governo deve “per forza nominare cinque persone nuove per motivi tecnici, e questo porta a far cadere l‘intero Cda, e quindi pensando che gli attuali vertici abbiano fatto un buon lavoro, ora si tratta di fare una serie di interventi perché sia ancora più forte nelle grandi partite che riguardano questo Paese e non solo”.

Oggi Guzzetti prende atto di questa volontà del governo ma ribadisce che le Fondazioni, accanto al supporto, devono poter contare sulla redditività del loro investimento.

“Se la volontà del Governo è il rilancio della Cassa, noi collaboreremo positivamente come abbiamo fatto in passato, affinché la Cdp sia un centro di propulsione e di sostegno dell‘economia reale del Paese, ma l‘obiettivo dei conti in ordine è premessa irrinunciabile”, ha detto Guzzetti.

“In Cdp le Fondazioni continuano ad essere azionisti attivi e propositivi, dopo la conversione delle loro azioni privilegiate in azioni ordinarie (abbiamo il 18,4). Il ruolo di Cdp per lo sviluppo del Paese è essenziale”, ha aggiunto.

Guzzetti ha ringraziato Bassanini e Gorno Tempini, assieme agli altri rappresentanti nel consiglio di amministrazione di Cdp, Mario Nuzzo e Marco Giovannini.

Le Fondazioni, ha ricordato Guzzetti, sono investitori anche in F2i Sgr e in Cdp Reti Spa, un veicolo per la gestione degli investimenti partecipativi di Cdp in Snam (partecipata al 28,98%) e di Terna (partecipata al 29,85%), con il compito di monitorare l‘adeguato sviluppo/mantenimento delle infrastrutture gestite.

Stefano Bernabei

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below