19 maggio 2015 / 10:29 / tra 3 anni

Greggio, Brent in calo su forza dollaro, produzione Arabia Saudita

LONDRA (Reuters) - Le quotazioni dei prodotti petroliferi sono in calo, con il Brent che scende sotto quota 66 dollari il barile, zavorrate dal rafforzamento del dollaro e dai segnali di tenuta delle forniture del Medio Oriente, nonostante gli scontri armati in Iraq, Siria e Yemen.

Il dollaro si è spinto sui massimi da una settimana nei confronti di un basket di valute.

Nel marzo scorso le esportazioni di greggio dell‘Arabia Saudita hanno toccato il picco da circa dieci anni, attestandosi a 7,898 milioni di barili al giorno, secondo i dati pubblicati da Joint Organisations Data Initiative (JODI).

L‘indicazione sulla produzione di Riad ha calmato i timori riguardanti l‘escalation militare in Iraq.

Gli investitori prevedono un rafforzamento dei prezzi dei prodotti petroliferi in prossimità del weekend del Memorial Day, tra il 23 e il 25 maggio: secondo le stime, un maggior numero di automobilisti si metterà in viaggio, incoraggiati dai prezzi dei carburanti relativamente contenuti.

Attorno alle 12,20, il futures sulle consegne di Brent a giugno si attesta a 65,61 dollari il barile (-0,66 dollari), dopo aver oscillato fra 65,23 e 66,39 dollari. Il contratto di riferimento sul greggio leggero Usa perde 0,53 dollari, a 58,90 dollari il barile, dopo aver oscillato tra 58,70 e 59,63 dollari.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below