13 maggio 2015 / 11:05 / tra 3 anni

Btp chiudono in calo dopo mattina positiva, volatilità domina mercato

MILANO (Reuters) - I Btp annullano il rialzo della mattinata chiudendo prevalentemente in negativo la seduta, ancora dominata dall‘estrema volatilità che sta investendo non solo i bond periferici ma anche la carta core europea.

Un trader al lavoro. REUTERS/Alessandro Garofalo

In mattinata, complice il buon andamento delle aste di Btp e del dato sul Pil italiano del primo trimestre, il mercato era sembrato capace di muoversi saldamente in positivo, invertendo la rotta rispetto alle sensibili vendite patite nelle prime sedute della settimana.

“C‘è moltissima volatilità, veniamo trascinati in su o in giù dal Bund” afferma un trader milanese. “I volumi sono scarsi, è un mercato dominato dagli hedge fund, ovvero da chi ha interesse ad alimentare la volatilità: non a caso le vendite sono arrivate con l‘apertura degli Usa”.

VENDITE ANCHE SU BUND, SPREAD FERMO

Anche i governativi tedeschi, in rialzo nella mattinata, sono progressivamente scivolati in territorio negativo. Lo spread tra Btp e Bund decennali è risultato poco variato a fine seduta, a 117 punti base.

Il tasso a 10 anni italiano, sceso in mattinata fino all‘1,76%, è risalito nel pomeriggio di oltre 10 centesimi, fino al massimo intraday dell‘1,90%. Analogamente il trentennale ha oscillato dal minimo della mattinata al 2,87% al picco del pomeriggio del 3%.

“È un repricing vero, può esserci un rimbalzo come stamattina, ma la tendenza rimane ribassista” prosegue il trader. “I tassi sul 10 e sul 30 anni erano scesi troppo. La Bce porta avanti il Qe in maniera molto disciplinata, senza creare le distorsioni che qualcuno si aspettava, quindi i tassi lunghi ed extra lunghi si riportano sui livelli di dicembre”.

TASSI IN RISALITA IN ASTE BTP

In maniera del tutto prevedibile, sono risaliti i tassi nelle aste a medio lungo termine di questa mattina, in cui il Tesoro ha comunque collocato l‘importo massimo previsto di 7 miliardi di euro, inclusi 1,5 miliardi di Btp extra lunghi a 15 e 30 anni.

In scia alla recente correzione del mercato, in asta il rendimento del Btp a tre anni si è riportato sui massimi da febbraio, quello del sette anni sui massimi da novembre e quello sul 15 anni da gennaio. Per il Btp trentennale il tasso è risalito di oltre un punto percentuale dal minimo storico dell‘asta di marzo.

Nel pomeriggio il Tesoro ha poi collocato in riapertura 642 milioni supplementari di Bot a 12 mesi. Ad oggi, al netto delle riaperture di domani dei Btp, via XX settembre ha coperto quasi il 49% delle esigenze lorde di finanziamento previste per il 2015.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below