May 8, 2015 / 11:05 AM / 3 years ago

Greggio, Brent in lieve calo nonostante balzo importazioni Cina

LONDRA (Reuters) - Le quotazioni del greggio Brent sono in lieve calo, risentendo delle preoccupazioni per l’eccesso di produzione a livello globale, che mettono in secondo piano i dati che mostrano forti importazioni di greggio da parte della Cina.

Secondo gli analisti il prezzo del Brent è bloccato sotto quota 70 dollari al barile e a questi livelli potrebbe già essere sopravvalutato.

“Il piccolo calo nella produzione Usa di certo non giustifica un balzo del 30-40% dei prezzi” da gennaio, spiega Hans van Cleef, economista specializzato nell’energia presso ABN AMRO. “Il mercato del greggio è ancora molto legato all’entità della produzione e, alla fine, c’è un eccesso”.

I prezzi nella prima parte della giornata si erano stabilizzati, aiutati dai buoni dati macro asiatici, e avevano ricevuto una spinta dalla vittoria dei conservatori nelle elezioni britanniche. Ma gli analisti ritengono che gli indicatori tecnici restino deboli.

Attorno alle 12,20 il futures sulle consegne di Brent a giugno cede 8 centesimi a 56,46 dollari. Il contratto di riferimento sul greggio leggero Usa avanza di 14 cent a 59,08 dollari.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below