30 aprile 2015 / 11:01 / tra 3 anni

BORSA MILANO chiude in leggero rialzo, aprile primo mese negativo del 2015

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude in lieve rialzo l‘ultima seduta di aprile ma archivia il primo mese dell‘anno in negativo.

Un trader al lavoro. REUTERS/Alessandro Garofalo

Dopo il sell-off delle ultime sessioni il mercato si rasserena anche se gli investitori si astengono dal prendere grosse posizioni in attesa del ponte dell‘1 maggio.

Grazie al rally dei mesi scorsi il saldo da inizio 2015 per la borsa milanese rimane ampiamente positivo con una performance di oltre il 21%, seconda migliore piazza europee alle spalle del Portogallo.

“Oggi senza particolari news nessuno ha fatto grosse scommesse. L‘approccio è stato attendista con qualche spunto di tipo ‘bottom up’ per i risultati trimestrali”, commenta un trader.

L‘indice FTSE Mib guadagna lo 0,22% e chiude aprile con -0,46%. L‘AllShare sale dello 0,23%. Volumi per un controvalore di 4,2 miliardi di euro circa. In Europa il benchmark FTSEurofirst lascia sul terreno lo 0,3% circa.

Tra i singoli titoli, seduta da dimenticare per STM che perde il 13,4% sulla pubblicazione dei risultati del primo trimestre, inferiori alle attese. Alcuni broker sottolineano anche la deludente guidance fornita per il secondo trimestre. Forti i volumi, oltre quattro volte quelli registrati mediamente in un‘intera seduta.

Proseguono le vendite su FIAT CHRYSLER (-5,6%), all‘indomani dei risultati e sulla scia del calo di ieri dopo le parole dell‘AD Sergio Marchionne sulla necessità di un consolidamento del settore auto per affrontare costi del capitale eccessivi.

Piatta CNH dopo i deboli risultati pubblicati oggi ma “la guidance relativa all‘indebitamento ha rassicurato i mercati” sostiene un trader.

Tra i maggiori ribassi MEDIOLANUM cede quasi il 3% dopo i risultati di ieri che, vista l‘assenza di particolari sorprese, hanno alimentato i realizzi, secondo un operatore.

Male anche TENARIS (-2,6%) in attesa dei conti trimestrali. Il titolo risente della cattiva performance della rivale Vallourec, che a Parigi lascia sul terreno il 9% sui risultati peggiori delle attese.

Tornano gli acquisti sui bancari. POP EMILIA balza di oltre il 5% recuperando terreno dopo che il titolo aveva perso di più rispetto ad altri concorrenti sulle ipotesi di aggregazioni non gradite al mercato in quanto considerate penalizzanti per l‘istituto modenese.

In evidenza MEDIOBANCA, BANCO POPOLARE e POP MILANO con rialzi di oltre due punti percentuali.

Positiva GENERALI (+2,3%). Nel corso dell‘assemblea il Ceo Mario Greco ha ribadito che la società è impegnata ad aumentare il ritorno per gli azionisti in termini di dividendo nei prossimi anni e che non vede per il 2015 svalutazioni di bilancio.

Tonica anche LUXOTTICA in rialzo del 3% circa dopo il deciso storno della vigilia. Rialzo di oltre 1% per Mediaset, al centro di una girandola di voci.

Fuori dal listino principale PININFARINA cede oltre il 10% sulla scia delle indiscrezioni sull‘entità dell‘eventuale investimento di Mahindra & Mahindra per acquisire la società.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below