27 marzo 2015 / 11:25 / tra 3 anni

Btp positivi sotto massimi, tasso vicino a 0 in asta Bot 6 mesi

MILANO (Reuters) - I Btp si mantengono positivi in tarda mattinata, pur con guadagni ridotti rispetto ai primi scambi, in una seduta che ha visto il rendimento del Bot semestrale in asta portarsi al nuovo minimo storico e avvicinarsi alla soglia dello zero.

All‘asta Bot il Tesoro ha collocato tutti i 7 miliardi offerti, con un rendimento sceso al nuovo minimo storico di 0,040%, un tasso che diventa pari a zero per l‘investitore retail.

“L‘asta è andata molto bene, con una buona domanda. Il tasso è sceso ulteriormente e ci stiamo avvicinando a rendimenti negativi. Titoli con questi rendimenti non vengono richiesti dagli investitori privati ma dai tesorieri che, a differenza dei retail, hanno accesso al mercato dei tassi negativi”, spiega ancora l‘operatore.

Sul secondario attorno alle 12,30 il differenziale di rendimento tra Btp e Bund sul tratto a 10 anni si attesta a 110 punti base dai 113 del finale di seduta e, in parallelo, il tasso del decennale scende a 1,33% dal 1,34% di ieri.

Dopo una partenza robusta, che ha beneficiato ancora delle parole pronunciate ieri dal presidente della Bce davanti a due Commissioni della Camera, il secondario ha ridotto i guadagni, complice l‘avvicinarsi dell‘asta e di una nuova, seppur non risolutiva, scadenza nella trattativa greca che crea comunque qualche nervosismo.

Ieri Mario Draghi ha spiegato che il “quantitative easing” è “efficace” nel sostenere la ripresa economica della zona euro, che sta via via acquistando “forza e stabilità”, ribadendo però la necessità di procedere con le riforme strutturali. Il presidente Bce ha detto inoltre che il calo dei tassi e il deprezzamento dell‘euro dovrebbero aumentare il Pil italiano di “un punto percentuale entro il 2016”.

Sul fronte della trattativa tra Grecia e creditori europei, il premier ellenico Alexis Tsipras si è impegnato a consegnare a Bruxelles entro lunedì la lista con le riforme che intende attuare.

“Le parole di Draghi hanno sicuramente fatto bene al mercato ma occorre tener presente l‘evolversi della situazione greca: il mercato è consapevole che non si troverà una soluzione a breve, ma tutto sommato la maggioranza degli operatori confida che alla fine si trovi una soluzione positiva”, sintetizza un trader di una primaria banca italiana.

Lunedì prossimo si concluderà la tornata d‘asta di fine mese con il Tesoro che offrirà tra 5,5 e 7,5 miliardi di Ccteu e Btp a 5 e 10 anni.

Questa sera inoltre, a mercati chiusi, è atteso il pronunciamento di Dbrs su rating sovrano dell‘Italia: con una valutazione A(low), con outlook negativo, l‘agenzia è l‘unica tra le quattro seguite dalla Bce a mantenere il rating in area ‘A’.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below