19 marzo 2015 / 09:24 / 3 anni fa

Forex, dollaro conferma recupero, +2% su euro dopo calo seguito a Fed

NEW YORK (Reuters) - Si conferma in apprezzamento nella seduta odierna il dollaro, reduce dalla forte flessione patita ieri sera a seguito della conclusione del meeting Fed, da cui sono emersi accenti meno restrittivi di quanto atteso.

Un monitor fotografa il cambio euro/dollaro. REUTERS/Lucas Jackson

Il cambio euro/dollaro ha toccato stamane un minimo intraday di 1,0631, con una flessione di oltre il 2% rispetto alla chiusura di ieri, dopo essere risalito oltre 1,10 dopo il Fomc.

Sostegno al biglietto verde è arrivato anche dal dato Usa delle 13,30 sulle richieste di sussidi di disoccupazione: 291.000 nell‘ultima settimana, sotto, anche se di poco, alle stime degli economisti.

Ad inizio settimana, sull‘onda dell‘avvio del programma di Qe della Bce, l‘euro/dollaro era sceso a nuovi minimi da 12 anni, fino a 1,0458.

La Fed non esclude la possibilità di un rialzo dei tassi già in giugno, ma ha contemporaneamente peggiorato le proprie proiezioni di crescita economica e di inflazione; inoltre il governatore Janet Yellen ha precisato che rimuovere la parola ‘paziente’ dal comunicato di politica monetaria non significa che la banca centrale sia “impaziente” di intervenire. Indicazioni quindi che lasciano intravedere un processo di normalizzazione della politica monetaria più graduale di quanto molti analisti avessero ipotizzato.

Secondo Daragh Maher di Hsbc “quello che abbiamo visto ieri sera ci ricorda che il dollaro forte rappresenta effettivamente un fattore restrittivo della condizioni monetarie negli Usa, e quindi fa un po’ di lavoro della Fed”.

Ma sullo sfondo dell‘avvio del Qe della Bce, gli investitori nel complesso continuano a vedere una migliore impostazione di fondo per il biglietto verde.

“Oggi quello che gli investitori probabilmente considerano è che c‘è ancora un margine per il dollaro per continuare a fare meglio, su base relativa” afferma lo strategist di Barclays Hamish Pepper.

Il dollaro recupera anche nei confronti dello yen, spingendosi nel primo pomeriggio a un passo da quota 121. Il cambio era sceso ieri a 119,29, ai minimi da fine febbraio.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below