12 marzo 2015 / 12:12 / 3 anni fa

Btp lunghi in forte rialzo dopo ottime aste, spread sotto 90

MILANO (Reuters) - Il secondario italiano appare in fortissimo rialzo, sollecitato dagli effetti del Qe, che hanno garantito anche un‘ottima asta. Lo spread scende sotto i 90 punti base, con minimi a 85 punti base, mentre il trentennale mostra un balzo di circa 5 figure che lo porta a rendere in area 1,18%. I tassi sul secondario dei benchmark decennale e trentennale si attestano ai minimi storici.

Anche nelle aste di oggi si sono registrati nuovi minimi di rendimento in tutte e tre i Btp in offerta (3, 7 e 30 anni), di cui il Tesoro ha collocato l‘importo massimo di 7,25 miliardi di euro.

“La perfomance del mercato ormai non ha niente a che vedere con i fondamentali ed è indotta dagli interventi delle banche centrali, che stanno favorendo la parte extralunga”, dice Chiara Manenti, strategist di Intesa Sanpaolo.

Palese quindi il ruolo della politica di ‘quantitative easing’ della Bce nell‘ottima performance, sul secondario come sul primario.

“Emesso il massimo dell‘importo a tassi su nuovi minimi: un‘asta fortissma, che dimostra come il mercato resti diretto dai flussi legati al ‘Qe’ Bce e quanto il programma stia funzionando”, ha detto dopo l‘asta Chiara Cremonesi, strategist di Unicredit.

“In generale i collocamenti di oggi confermano il forte appetito per la carta italiana sicuramente determinato dal Qe” ha detto lo strategist di Citi Matteo Regesta.

Particolarmente alto il rapporto di copertura relativo al titolo a tre anni gennaio 2018, assegnato per 2,5 miliardi su un‘offerta di 2-2,5 miliardi. Il tasso è sceso al nuovo minimo storico di 0,15% da 0,44% del precedente collocamento di metà febbraio. Il bid-to-cover si è attestato a 1,88 da 1,83.

“Stupisce forse che il rapporto di copertura sia migliorato in particolare sul benchmark a tre anni, probabilmente perché resta interessante il premio di rendimento rispetto ai titoli ‘core’” dice ancora Cremonesi.

ATTESA INTENSIFICAZIONE EMISSIONI PARTE LUNGHISSIMA

Ancora contenute rispetto al resto della curva le emissioni di titoli extralunghi malgrado l‘ottima performance del segmento e il conseguente appiattimento della curva. Gli esperti aspettano e auspicano tuttavia un incremento dei collocamenti su quel tratto di curva.

“Anche se in questo momento sembra mantenere size contenute sui lunghissimi malgrado l‘ottima performance di quel tratto di curva, dal Tesoro ci aspettiamo e riteniamo auspicabile che nel corso dell‘anno aumenti la ‘duration’ ricalibrando il peso del debito in modo che insista progressivamente sempre di più sulla parte più lunga”,dice Regesta.

Il trentennale settembre 2046, prima tranche pubblica dopo il lancio via sindacato di metà gennaio, è stato assegnato per 1,75 miliardi, su un‘offerta di 1,25-1,75 miliardi. Il rendimento si è attestato all‘1,86% rispetto al 3,291% del sindacato, con bid-to-cover a 1,57.

“Tenendo conto degli acquisti di Bankitalia e Bce, quest‘anno le emissioni nette per il Tesoro italiano saranno praticamente pari a zero. E’ chiaro che il Tesoro italiano dovrà tenere conto del nuovo profilo della curva, che rende particolarmente conveniente emettere sulla parte ultra decennale” dice Manenti.

“Prevediamo che entro fine anno il Tesoro offra due nuovi titoli a 15 anni, uno nominale e un indicizzato. Quanto alla tempistica, sarebbe quanto meno ragionevole tentare di approfittare dell‘attuale momento di particolare slancio, destinato comunque prima o poi a rientrare” precisa Cremonesi.

Il sette anni aprile 2022 è stato collocato per 3 miliardi su un‘offerta di 2,5-3 miliardi; il rendimento è sceso allo 0,71% dall‘1,23% di metà febbraio, mentre il rapporto di copertura è risultato pari a 1,49 dal precedente 1,44.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below