March 2, 2015 / 1:33 PM / in 3 years

Deficit 2014 Italia a 3% Pil, debito a 132,1%, massimo da 1995

ROMA (Reuters) - ROMA, 2 marzo (Reuters) - L’Italia ha chiuso il 2014 con un indebitamento netto pari al 3% del Pil, in aumento rispetto al 2,9% del 2013 (rivisto dal 2,8%) e in linea con le stime del governo.

Il premier Matteo Renzi e il ministro del Tesoro Pier Carlo Padoan in Senato il 24 febbraio 2014. REUTERS/Remo Casilli

Lo rende noto l’Istat fornendo il bilancio consolidato di tutte le amministrazioni pubbliche valido ai fini di Maastricht.

Male il debito pubblico, salito nel 2014 al 132,1% del Pil (128,5% nel 2013, rivisto da 127,9%), livello massimo dal 1995 e sopra il 131,6% stimato dal governo.

Nel 2014 il Pil italiano (dati grezzi) è risultato negativo per il terzo anno consecutivo, mostrando un calo dello 0,4% a fronte del -1,7% (rivisto da -1,9%) registrato nel 2013 e del -2,8% (rivisto da -2,3%) nel 2012. La stima del governo era di -0,3%.

Le entrate totali si attestano al 48,1% del Pil in crescita dello 0,6% rispetto al 2013. Le uscite totali sono pari al 51,1%, in aumento dello 0,8% rispetto all’anno precedente.

Sul sito altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below