25 febbraio 2015 / 07:54 / tra 3 anni

Borse Asia in crescita, cala Shanghai

ROMA, 25 febbraio (Reuters) - I mercati asiatici, nella terza seduta della settimana di riapertura dopo la chiusura per il capodanno, si sono mossi in gran parte al rialzo con l‘unica eccezione di Shanghai che ha riaperto oggi.

I mercati sono stati oggetto di stimoli contrastanti. Le indicazioni della presidente della Federal Reserve, Janet Yallen, che ha lasciato intendere di non voler rialzare i tassi a breve. Ma anche i controversi dati dell‘economia cinese: secondo un report di Hsbc in febbraio il settore industriale ha registrato il massimo degli ultimi 4 mesi, ma anche la più marcata contrazione degli ordini dall‘estero degli ultimi 20 mesi.

L‘indice principale MSCI della regione, che non tiene conto di Tokyo, è in crescita dello 0,8% alle 8,35 ora italiana. Tokio ha chiuso in calo dello 0,1%.

MUMBAI ha aperto in territorio positivo per le dichiarazioni di Yellen. Il mercato aspetta anche di vedere le cifre del bilancio federale, atteso per il 28 febbraio. Il documento dovrebbe contenere infatti le riforme annunciate dal governo già per l‘anno fiscale 2015-2016.

SYDNEY ha chiuso la terza seduta consecutiva battendo il nuovo massimo degli ultimi 7 anni. Gli investitori si sono mossi prontamente per non lasciarsi sfuggire le opportunità offerte dal mix di utili aziendali e acquisti di materie prime.

HONG KONG si muove in lieve ribasso. Prada in rialzo di circa 3,26.

SHANGHAI ha riaperto oggi dopo le festività del capodanno muovendosi all‘insegna della prudenza e delle prese di benefico. Gli investitori hanno portato a casa i guadagni frutto della settimana di rialzi che ha preceduto la chiusura per le festività di capodanno. Sui corsi ha anche pesato la decisione della banca centrale cinese di non ridurre i tassi durante il periodo festivo. E le indicazioni contrastanti di un report di Hsbc sul settore industriali.

TAIWAN ha chiuso in deciso rialzo la seconda seduta dopo la riapertura post capodanno. A spingere il mercato sono state le azioni delle società che producono memorie per i chip. Il comparto dei semiconduttori è cresciuto dell‘1,4.

SEUL chiude al massimo degli ultimi 5 mesi. Gli investitori si sono mossi spinti dalle aspettative che non ci sarà a breve un rialzo dei tassi in Usa.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below