25 febbraio 2015 / 07:49 / 3 anni fa

Rai Way, EI Towers (Mediaset) annuncia Opas a 4,50 euro

MILANO (Reuters) - EI Towers, controllata di Mediaset, ha annunciato nella tarda serata di ieri l‘intenzione di lanciare un‘offerta pubblica di acquisto e scambio volontaria sul 100% del capitale di Rai Way a 4,50 euro per azione, in parte in contanti e in parte in azioni.

La controllata di Rai, collocata in borsa lo scorso novembre a 2,95 euro e destinata ad abbandonare il listino con l‘operazione, ha archiviato la seduta di ieri a 3,7 euro.

Rai non ha voluto rilasciare commenti sull‘operazione.

Il titolo, che in un primo tempo non riusciva a fare prezzo stamani in borsa, ha poi aperto in rialzo del 18% a 4,37 euro cercando di adeguarsi al prezzo dell‘offerta; Ei Towers balza del 9% nelle prime battute e Mediaset guadagna oltre il 2% in un mercato fiacco.

Il controvalore complessivo dell‘operazione, in caso di integrale adesione, supererà 1,2 miliardi di euro. La componente in contanti dell‘offerta sarà pari a 3,13 euro, interamente garantita dal finanziamento di una banca internazionale, quella in azioni a 0,03 titoli ordinari EI Towers di nuova emissione. Il Cda di Mediaset ha deliberato che voterà a favore della proposta di aumento di capitale di EI Towers finalizzato all‘operazione e la società delle torri ha già convocato l‘assemblea straordinaria per il 27 marzo.

L‘offerta è subordinata al raggiungimento del 66,67% di Rai Way, al via libera incondizionato dell‘Antitrust e all‘autorizzazione alla Rai, da parte del ministero dello Sviluppo Economico, ”a continuare lo

svolgimento delle proprie attività inerenti il servizio pubblico avvalendosi dell’Emittente anche successivamente all’acquisizione del controllo della stessa da parte di EI Towers”, spiega una nota.

“A tal fine, l’Offerente si impegna sin d’ora a convenire adeguati strumenti negoziali che assicurino e garantiscano a Rai pieno titolo a disporre dei mezzi e delle risorse strumentali per l’espletamento delle prestazioni di servizio pubblico spettanti a Rai”, aggiunge.

Obiettivo di Ei Towers è concludere l‘offerta “finalizzata alla creazione di un grande operatore unico nazionale nel settore delle infrastrutture destinate all‘ospitalità degli apparati televisivi e radiofonici, in grado di svolgere un ruolo rilevante anche nel settore delle telecomunicazioni” entro la prossima estate.

Se l‘operazione andasse in porto EI Towers prevede effetti positivi sull’utile per azione e sul free cash flow to equity per azione sin dal primo anno oltre che ricavi più diversificati; l’incidenza di Mediaset scenderebbe infatti al 41% dal 77% e Rai diventerebbe il secondo cliente con il 39% (stime basate sui dati al 2013). Rai, azionista di Rai Way al 65%, si troverebbe con poco meno del 15% del capitale del nuovo gruppo.

Per gli analisti di Icbpi “nonostante il leggero premio sul multiplo Ev/Ebitda 2014 (circa 13 volte), il mercato potrebbe guardare positivamente alla valenza strategica (rafforzamento posizione competitiva) e alle opportunità finanziarie dell’operazione, anche in termini di struttura del capitale”.

Le incertezze maggiori “sono legate al giudizio dell’Antistrut ed all’effettiva volontà di Rai di cedere il controllo delle torri al suo principale concorrente”, aggiunge ricordando che Mediaset resterebbe azionista di riferimento di Ei Towers con una quota superiore al 30%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below