30 gennaio 2015 / 12:37 / 3 anni fa

Banche popolari, Camusso: decreto su Spa deve cambiare per il "bene del paese"

MILANO (Reuters) - Il decreto del governo che impone la trasformazione delle grandi banche popolari in Spa deve essere cambiato “per il bene del paese”.

Una immagine di archivio di Susanna Camusso. REUTERS/Max Rossi

Lo ha detto il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, che oggi ha partecipato alla manifestazione a Milano dei lavoratori del settore bancario che hanno scioperato per il rinnovo del contratto.

“Penso che per il bene del paese sia bene che si cambi questo decreto”, ha affermato Camusso.

“Peraltro, sono molto perplessa sul fatto che lo strumento del decreto sia legittimo in questo caso”, ha aggiunto.

Posizioni critiche sul decreto sono state espresse nei giorni scorsi anche dal mondo della politica oltre che dalle stesse banche popolari, raccolte nell‘associazione Assopopolari che sta studiando delle contromosse.

Nel corso del suo intervento al comizio conclusivo della manifestazione a Milano, il segretario generale della Cgil ha sottolineato inoltre che “non è la forma societaria che determina la qualità dell‘impresa”.

“Dove sta scritto che una Spa funzioni meglio e dia più servizio al paese? Risulterebbe che le casse che sono diventate Spa non hanno brillanto per trasparenza”, dice.

“Il sistema bancario deve tornare a fare il suo lavoro, dare credito al paese altrimenti da questa crisi non ne usciamo più”.

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below