January 15, 2015 / 11:00 AM / 3 years ago

Greggio, Brent torna in picchiata su export Iraq, eccesso produzione

LONDRA (Reuters) - Le quotazioni del Brent sono in deciso calo, riportandosi sui minimi da sei anni.

Un complesso petrolchimico REUTERS/Thomas Peter

Dopo il rally di ieri, infatti, la notizia che l’Iraq ha in programma un nuovo balzo delle esportazioni a febbraio ha rilanciato le vendite.

La struttura che si occupa di gestione del mercato petrolifero in Iraq ha disposto che a febbraio il porto di Bassora esporti 3,3 milioni di barili al giorno, in crescita rispetto ai 2,7 milioni del mese in corso.

Ieri, per effetto delle scadenze sulle opzioni, il Brent è balzato del 4,5%, maggiore rialzo dal giugno 2012. Ma l’impostazione del mercato resta ribassista, visto che la produzione non accenna a diminuire. Ultimo segnale di eccesso di output: la produzione in Russia è tornata ai livelli dell’era sovietica.

Attorno alle 11,45 italiane, il futures sulle consegne di Brent si attesta a 47,17 dollari il barile (-1,52 dollari), dopo aver oscillato fra 47 e 48,68 dollari. Il contratto di riferimento sul greggio leggero Usa perde 1,04 dollari, a 47,44 dollari il barile, dopo aver oscillato tra 47,16 e 49,59 dollari.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below