12 gennaio 2015 / 14:13 / 3 anni fa

Dollaro in apprezzamento su euro e yen, volumi sottili in seduta

NEW YORK (Reuters) - Torna a salire il dollaro dopo la breve pausa osservata tra venerdì e questa mattina a seguito dei dati di dicembre sul mercato del lavoro Usa, che avevano favorito il taglio di qualche posizione lunga sul biglietto verde.

I payroll Usa, per quanto positivi, avevano mostrato il calo dei salari più ampio da almeno otto anni: un‘indicazione che ha spinto alcuni operatori a riconsiderare i tempi dell‘intervento restrittivo della Fed.

L‘effetto è comunque sembrato passeggero e il cambio euro/dollaro, risalito fino a 1,1870, si è riportato nuovamente sotto quota 1,18 a fine mattinata, con un minimo intraday a 1,1786, non lontano dal minimo da nove anni di 1,1754 visto giovedì scorso.

Nei confronti dello yen il biglietto ha rivisto quota 119 (massimo intraday a 119,31), dopo essere però sceso in mattinata fino a 118,11, il livello più basso da una settimana.

“Potrebbe essere qualche fondo che segue una strategia di acquisto sul dollaro, ma tutto in un contesto di liquidità piuttosto bassa”, spiega Graham Davidson di National Bank of Australia. “Spesso si vedono movimenti di questo tipo al lunedì (...), sono positivo sul dollaro ma per ora un po’ riluttante a rientrare”.

D‘altra parte il dollaro resta sostenuto di fondo dalla prospettiva di un rialzo del costo del denaro da parte della Fed, ormai inevitabile.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below