9 gennaio 2015 / 14:13 / tra 3 anni

Dollaro si rafforza su euro e yen dopo dati Usa

NEW YORK (Reuters) - L‘euro è sceso fino a 1,1761 sul dollaro, vicino al minimo di nove anni, dopo la diffusione dei dati sul mercato del lavoro Usa di dicembre rivelatisi migliori delle attese.

Il dipartimento del Lavoro ha detto che il mese scorso sono stati creati 252.000 nuovi posti di lavoro non agricoli a fronte di attese per 240.000 unità e dei 353.000 del mese precedente (il dato migliore da circa tre anni). Analogo trend anche per il tasso di disoccupazione sceso al 5,6%, al minimo da giugno 2008, dal 5,8% di novembre.

Attorno alle 15, l‘euro perde lo 0,02% a 1,1792 sul dollaro, vicino al minimo di nove anni di 1,1754 visto ieri e non lontano da 1,1747, la soglia in cui sono iniziate le contrattazioni nel gennaio del 1999.

Alla stessa ora il cambio dollaro/yen vale 119,49 in calo dello 0,14%.

A pesare sull‘andamento della divisa unica anche il rafforzarsi delle attese che la Banca centrale europea lanci a breve il programma di ‘quantitative easing’.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below