January 6, 2015 / 11:13 AM / 3 years ago

Greggio, Brent sotto quota 52 dollari, rinnova minimi 5 anni e mezzo

LONDRA (Reuters) - I prezzi del greggio hanno rinnovato i minimi degli ultimi cinque anni e mezzo, ampliando le perdite dopo il ribasso di oltre il 5% registrato ieri.

Una raffineria vicino a Istanbul. REUTERS/Osman Orsal

Sul mercato continuano a pesare le preoccupazioni per un eccesso di produzione a livello globale. Ad alimentare questi timori la notizia di ieri sera che l’Arabia Saudita, il maggiore produttore dell’Opec, ha deciso di tagliare i prezzi mensili per gli acquirenti europei.

“L’Arabia Saudita non dà segnali di voler tornare indietro”, spiega Bjarne Schieldrop, analista di Seb a Oslo. “Le scorte continuano a crescere”.

Secondo diversi analisti l’Arabia Saudita in questo modo punta a difendere la sua quota di mercato.

Pesano sul greggio anche le tensioni legate alla situazione politica greca, che frenano l’appetito per il rischio degli investitori, il dollaro forte, la forte produzione in Russia, Iraq e Stati Uniti.

Intorno alle 11,40 il contratto sul Brent con consegna febbraio cede 1,28 dollari a 51,83 dollari al barile, dopo aver toccato un minimo a 51,23 dollari, il nuovo minimo da maggio 2009. La scadenza analoga sul greggio Usa perde 1,14 dollari a 48,90 dollari al barile, dopo aver toccato un minimo a 48,47 dollari.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below