September 19, 2014 / 11:59 AM / 4 years ago

Prada, utile 1° semestre -20,6%, calo turisti pesa su vendite pelletteria

Una modella indossa un sandalo Prada. REUTERS/Alessandro Garofalo

MILANO (Reuters) - Prada archivia i primi sei mesi dell’esercizio con un utile netto in calo di oltre il 20%, risentendo di una riduzione dei flussi turistici nelle principali mete dello shopping europeo e asiatico che ha pesato in particolare sulle vendite di pelletteria, la categoria di prodotto più rilevante per il gruppo.

In un contesto politico e macroeconomico più complesso del previsto, con cambi sfavorevoli e un generalizzato calo dei consumi, il gruppo del lusso quotato a Hong Kong prevede una seconda metà del 2014 sostanzialmente in linea con il primo semestre e margini ancora sotto pressione, pur con un lieve miglioramento nell’ultima parte dell’anno grazie alle azioni di contenimento dei costi.

Attese inoltre per quest’anno 65 aperture nette di negozi rispetto agli 80 inizialmente preventivati, ha detto il Cfo Donatello Galli nella conference call sulla semestrale, assicurando però che la strategia fondamentale di nuove aperture non cambia e sarà focalizzata su località strategiche ad alto potenziale.

Nei sei mesi al 31 luglio l’utile netto si attesta a 244,8 milioni di euro, in calo del 20,6% rispetto ai 308,2 milioni dello stesso periodo 2013, e l’Ebitda scende del 10,6% a 492,8 milioni. I ricavi, già preannunciati ad agosto, sono sostanzialmente stabili (+1,3%) a 1,75 miliardi.

Durante l’investor day ad aprile Prada aveva previsto per l’intero esercizio 2014 una crescita dei ricavi del 9%, margini Ebit in linea con il 2013, crescita delle vendite a parità di perimetro “minimo del 3%”, gross margin in lieve miglioramento.

Le tendenze recenti - ha sottolineato Galli - non hanno mostrato segnali di miglioramento. “Tuttavia questi trend non hanno modificato i pilastri della nostra strategia perché crediamo nei fondamentali del mercato del lusso. Rimarremo focalizzati sugli investimenti per alimentare una crescita sostenibile nel lungo termine”.

Quanto alla cedola, la politica di dividendo rimarrà in linea con gli anni precedenti.

A livello di categorie di prodotto la pelletteria ha registrato un calo del 4,9% a cambi correnti e dell’1,4% a cambi costanti. Buone invece le performance di abbigliamento e calzature, cresciute rispettivamente del 13,9% e 18,8% a cambi correnti (+18,3% e +22,6% a parità di cambi).

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below