6 settembre 2014 / 10:14 / tra 3 anni

Telecom Italia rivaluterà cessione Argentina se ritardi a ok eccessivi, nessun contatto con Mediaset

CERNOBBIO (Reuters) - Telecom Italia potrebbe rivalutare l’operazione di cessione di Telecom Argentina a Fintech se ci saranno ritardi eccessivi nel via libera del governo argentino e continua a considerare la cessione di Tim Brasil una possibilità.

Un ripetitore di Telecom Italia REUTERS/Max Rossi

Lo ha detto l’AD Marco Patuano a margine del convegno Ambrosetti a Cernobbio.

In merito a una possibile alleanza tra Mediaset e il gruppo telefonico, il presidente Giuseppe Recchi ha detto che “siamo in una fase di avvicinamento tra i distributori e i produttori di contenuti e sono quindi possibili accordi”, però ricordando che Telecom ha però in essere un’intesa commerciale con Sky. Recchi ha poi negato che ci siano stati contatti tra Telecom e Mediaset.

TIM BRASIL, APERTA ANCHE OPZIONE VENDITA

Per la controllata Tim Brasil, dopo che è sfumata la fusione con GVT, gruppo Vivendi, e dopo che Grupo Oi ha detto che sta valutando un’offerta, non ci sono cambiamenti di strategia, ha detto Patuano.

”La nostra era una strategia di crescita organica e riprenderemo a crescere in modo organico, riprenderemo a investire”, ha detto.

A una domanda esplicita sull‘ipotesi di cessione, l‘AD ha risposto: “La mia risposta non cambia, Tim Brasil è un asset core, ma siamo aperti a tutte le opzioni”, senza voler fare commenti sulle valutazioni.

Recchi da parte sua ha affermato che la valutazione è legata a quanto può pagare l‘eventuale offerente.

SULL’ARGENTINA NON SI PUO’ RITARDARE ALL’INFINITO

Sull’Argentina i ritardi del governo su Telecom sono comprensibili, considerato lo stato di crisi che attraversa il Paese, ma ritardi eccessivi porteranno il consiglio a ridiscutere l’operazione.

“La vendita doveva essere finalizzata nel corso dell’estate quando il paese ha attraversato una crisi importante ed è naturale che l’operazione non fosse al centro dell’attenzione delle autorità”, ha detto Patuano.

“Certo non possiamo rinviare all’infinito, in questo caso il cda rivaluterà l’operazione”, ha spiegato senza aggiungere ulteriori dettagli.

La cessione della controllata per 960 milioni doveva essere finalizzata entro metà agosto, ora la scadenza, dopo due rinvii, è al 25 settembre, perché é mancato il via libera del governo.

PER GVT RANGE DI VALUTAZIONE

Telefonica, a fine agosto, ha siglato un accordo con Vivendi per trattative in esclusiva per l’acquisizione di GVT, società brasiliana di telefonia su banda larga, battendo l’offerta di Telecom Italia.

Il cda del gruppo italiano aveva elaborato un range di valutazione, ma ha deciso di non spingersi oltre certi livelli.

“In operazioni di questo tipo si costruiscono range di valutazione”, ha detto Recchi. “Con il board abbiamo poi deciso fino a dove spingerci, non abbiamo voluto fare offerte eccessive”.

(Stefano Rebaudo)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below