August 22, 2014 / 12:37 PM / 4 years ago

Forex, cambi poco mossi in attesa Yellen, ma euro a minimi su Ucraina

NEW YORK, Reuters (22 agosto) - Prevale l’attesa sul mercato valutario, con cambi poco mossi prima degli interventi del numero uno della Fed Janet Yellen e della Bce Mario Draghi in programma oggi al forum dei banchieri centrali a Jackson Hole.

L’euro/dollaro rimane comunque in vista del minimo da 11 mesi di 1,3242 toccato ieri, in scia alla recente serie di dati economici positivi giunti dagli Stati Uniti, sottolineati dalla stessa Fed nelle minute dell’ultimo meeting.

Secondo gli operatori, se l’intervento odierno del governatore della Fed dovesse confermare il tono maggiormente restrittivo colto dagli operatori nelle ultime minute, per il dollaro potrebbero aprirsi nuovi spazi di apprezzamento.

L’euro - che ha potuto approfittare ieri di un limitato rimbalzo grazie alla buona indicazione giunta dai Pmi tedeschi - dopo essersi riavvicinato oggi a quota 1,33 sul dollaro viene nuovamente spinto verso il basso dalle notizie che giugno dal fronte orientale, toccando un minimo intraday a 1,3258. Un convoglio di aiuti russo ha varcato il confine ucraino senza autorizzazione, con Kiev che denuncia una “invasione indiretta” e la tensione geopolitica che torna a salire.

“Le notizie dall’Ucraina hanno riportato un po’ di avversione al rischio, ma il movimento è stato relativamente limitato” spiega un operatore. “Credo che oggi la cosa capace di muovere i mercati sarà il discorso della Yellen”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below