11 agosto 2014 / 09:15 / tra 3 anni

Fiat prevede di comunicare dati recesso a inizio settembre

MILANO (Reuters) - Fiat prevede di comunicare i dati sugli azionisti che hanno esercitato il diritto di recesso nella prima settimana di settembre.

Sergio Marchionne (sinistra) e John Elkann, AD e presidente di Fiat. REUTERS/ Max Rossi

E’ quanto si legge in un comunicato diffuso dalla casa automobilistica, che fornisce una serie di informazioni su requisiti e procedure per esercitare il diritto di recesso, emesso su richiesta di Consob.

Fiat sottolinea di aver fornito ampia documentazione sull‘argomento e ritiene che “l‘informazione fornita sia completa, precisa e sufficiente”.

E ribadisce che se la fusione non fosse perfezionata a causa del mancato avveramento delle condizioni sospensive, “Fiat non si attenderebbe alcun impatto sui rapporti tra Fiat e Chrysler”, nè “vi sarebbe alcun impatto sul debito di Fiat o di Chrysler, né sarebbe atteso alcun incremento dei costi operativi”.

La nota ricorda che gli azionisti che eserciteranno il diritto di recesso riceveranno 7,727 euro per azione e che per farlo dovranno inviare una raccomandata entro il 20 agosto.

Nei giorni scorsi il titolo, che oggi scambia a 6,91 euro (+1,99%), aveva risentito delle attese di un numero elevato di recessi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below