17 luglio 2014 / 10:34 / 3 anni fa

Btp in lieve rialzo, in linea con periferia, bene asta Spagna

MILANO (Reuters) - Mercato obbligazionario italiano in modesto rialzo, in linea con tutta la periferia, in cui spiccano soprattutto l‘andamento del Portogallo, dove sembrano rientrare i timori sulla solidità di Banco Espirito Santo, e della Spagna, protagonista con l‘asta di titoli a varia scadenza.

In tarda mattinata, il differenziale di rendimento tra Btp e Bund sul tratto a dieci anni si mantiene a 163 punti base, invariato rispetto all‘avvio di seduta, e parallelamente il rendimento del dieci anni italiano è sceso al 2,791% dal 2,814% dell‘apertura.

Oltre al calo dei tassi soprattutto nei governativi spagnoli e portoghesi, “oggi il rally [dei prezzi] dei bond [in area euro] sta ancora continuando, interessando soprattutto i titoli tedeschi dopo la notizia dell‘inasprimento delle sanzioni verso la Russia da parte Usa e Ue”, si legge in un report di Mps.

Ieri gli Stati Uniti hanno deciso di inasprire le sanzioni contro la Russia in risposta alla crisi in Ucraina e anche l‘Ue ha esteso i provvedimenti punitivi a società che hanno contribuito a minare la sovranità di Kiev.

Da registrare sul primario il buon andamento dell‘asta spagnola che ha visto Madrid collocare in totale 3,166 miliardi di Bonos con scadenza 2017, 2022 e 2032 con un rapporto di copertura aumentato rispetto alle aste precedenti in tutte le scadenze tranne per quella più lunga.

Nuovi elementi per interpretare che accadrà a breve in Protogallo, che nelle ultime sedute ha esercitato una certa influenza su tutto il comparto periferico, verranno forniti nel pomeriggio dall‘intervento del ministro delle Finanze in parlamento sulla situazione del Banco Espirito Santo, come si legge in un report di UniCredit.

Sul fronte macro, non ha tradito le attese la lettura definitiva dell‘inflazione della zona euro che si è attestata a +0,5% dopo che i dati finali dei singoli paesi hanno confermato quelli preliminari. Per avere ultieriori spunti, gli investitori dovranno aspettare i dati Usa del pomeriggio.

Secondo le previsioni di UniCredit, la “costruzione di nuove case rallenterà ancora a giugno, riflettendo il calo visto a maggio nelle licenze per costruzioni”, come si legge in un report.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below