11 luglio 2014 / 07:48 / tra 3 anni

Euro debole su tensioni legate a sistema bancario portoghese

LONDRA (Reuters) - L‘euro si conferma debole questa mattina, messo in difficoltà dal timore di nuove tensioni finanziarie in Europa che potrebbero essere innescate dalla crisi dell‘istituto di credito portoghese Banco Espirito Santo.

L‘euro/dollaro risale sopra quota 1,36 in mattinata, recuperando qualche posizione rispetto al minimo di seduta di 1,3595.

Tra ieri e l‘altro ieri il cambio era salito ai massimi da una settimana a seguito della pubblicazione delle minute dell‘ultimo meeting Fed che, a differenza di quanto atteso da alcuni, non hanno dato indicazioni sui tempi di un rialzo del costo del denaro negli Stati Uniti.

La valuta unica appare sulla difensiva anche nei confronti dello yen, poco sopra quota 137,50 toccata ieri, il minimo del cambio dall‘inizio di febbraio.

“In questo momento la protezione dei profitti prende la priorità” spiega lo strategist di IG Evan Lucas. “La domanda successiva è: è una situazione isolata o il primo segnale che si è messo in moto il meccanismo del contagio?”.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below