1 luglio 2014 / 07:29 / tra 3 anni

Borsa Milano chiude forte su rimbalzo banche, strappa Mps, vendite su lusso

MILANO (Reuters) - Chiusura in netto rialzo a Piazza Affari, maglia rosa a livello europeo, grazie alla forza dei bancari. A dare carburante al mercato anche i dati Ism Usa ai massimi da sei mesi e conseguenti nuovi record per gli indici americani

Un trader monitora l'andamento della Borsa di Milano. REUTERS/Stefano Rellandini

“Il mercato era tonico sin da stamani, poi i dati Usa e il rimbalzo dei bancari, dopo diverse sedute negative, hanno fatto il resto”, osserva un trader.

L‘indice FTSE Mib chiude in crescita dell‘1,32% e il FTSE All Share dell‘1,5%. In Europa il benchmark FTSEurofirst 300 avanza dello 0,86%. Volumi a circa 2,6 miliardi di euro nel finale.

In ottica dei rimbalzi sono da inquadrare i rialzi di BANCO POPOLARE (+3,49%) e di MPS (+8,55%) a 1,53 euro con l‘istituto senese che oggi, dopo il successo dell‘aumento di capitale da 5 miliardi, riscatterà 3 miliardi più interessi dei cosiddetti Monti Bond. Un trader parla di prossimo target per il titolo a 1,60-65 euro.

In un‘intervista al Sole 24 Ore l‘AD Fabrizio Viola ha confermato inoltre i target annunciati per il 2014 e sottolinea che, risanata, la banca non cercherà aggregazioni in linea con il piano.

Denaro anche su UBI (+4,67%) seguita da POP EMILIA (+3,86%). Bene anche i big, UNICREDIT e INTESA SANPAOLO in rialzo rispettivamente del 2,45% e del 2,93%. C‘è attesa domani per il debutto di Fineco in Borsa.

Tonica FIAT (+3,33%) in attesa dei dati sull‘andamento del mercato italiano delle auto nel mese di giugno. Il titolo della casa torinese beneficia delle dichiarazioni di ieri dell‘AD Sergio Marchionne sulle performance positive del mercato nord americano e delle notizie sul Brasile dove il governo dovrebbe confermare le agevolazioni fiscali per gli acquisti di auto.

Al contrario piatta CNH INDUSTRIAL.

Corrono anche STM con un balzo del 4,2% e

Sul fronte dell‘energia proseguono gli acquisti su ENEL (+1,41%) sulle continue speculazioni relative al processo di riduzione delle minorities e riorganizzazione complessiva del gruppo nell‘ambito del piano di dismissioni.

Trascurato il lusso con ribassi per LUXOTTICA (-1,23%), YOOX (-0,56%) e TOD‘S TOD.MI che cede l‘1,88%. Ancora realizzi su MEDIASET in ribasso dello 0,6%.

Tra i titoli minori AS ROMA lascia sul terreno il 7,38% nel secondo giorno dell‘aumento di capitale da 100 milioni di euro. I diritti perdono il 14,6%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below