19 giugno 2014 / 13:43 / tra 3 anni

Bankitalia: ripresa lenta, visto aumento produzione trim2, aiuta Bce

ROMA (Reuters) - La ripresa economica è lenta e fragile ma ci sono alcuni segnali incoraggianti e Bankitalia vede un aumento della produzione industriale nel secondo trimestre.

Una nuova emissione di monete da un euro in una immagine di archivio. REUTERS/Francois Lenoir

Anche le misure recenti annunciate dalla Banca centrale europea potranno dare uno stimolo alla crescita che via Nazionale stima in un apporto cumulato di mezzo punto di Pil nel triennio 2014-2016 sulla base degli effetti già visti su tassi di interesse e cambio.

Lo ha detto il vicedirettore generale della Banca d‘Italia Fabio Panetta intervenendo al convegno per i 75 anni dell‘Istituto centrale delle banche popolari italiane (Icbpi).

”I segnali di miglioramento emersi nei mesi più recenti prefigurano una ripresa lenta e fragile. Il suo consolidamento richiede riforme strutturali in grado di garantire un clima

favorevole all’attività economica, rafforzando la tutela della legalità e l’efficienza della pubblica amministrazione, combattendo corruzione, criminalità ed evasione fiscale”, ha detto Panetta, che pure annota alcuni segnali incoraggianti “dal miglioramento di alcune componenti della domanda nazionale, che si aggiungono alla nuova espansione delle esportazioni”.

Quindi, dice Panetta, secondo nostre valutazioni, nel secondo trimestre la produzione industriale sarebbe aumentata.

Pur in un quadro di incertezza, “sussistono le condizioni per un graduale miglioramento dell’attività economica nei prossimi trimestri, con un contributo crescente della domanda interna, anche grazie all’orientamento delle politiche economiche”.

Inoltre, daranno sostegno alla ripresa anche le recenti misure e “il rafforzamento della forward guidance” della Bce.

“Sulla base dei soli effetti finora osservati sul cambio e sui tassi di mercato si stima che per l’Italia lo stimolo alla crescita del prodotto nel triennio 2014-16 possa essere cumulativamente dell’ordine di mezzo punto percentuale”, ha detto Panetta.

(Stefano Bernabei)

((In Redazione a Roma Giselda Vagnoni, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224354, Reuters Messaging: stefano.bernabei.reuters.com@reuters.net))Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italianoLe top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Le banche che sapranno farsi trovare in migliori condizioni, ben

capitalizzate potranno trarne benefici in termini di accesso ai finanziamenti esterni, di

crescita e di redditività, con vantaggi per l’economia nazionale.

Le banche popolari sono anch’esse parte di questa prova. Esse dovranno proseguire

nell’opera di ammodernamento di forme organizzative e strutture di governo societario,

salvaguardando al tempo stesso i valori accumulati in una lunga storia al fianco

dell’imprenditoria italiana.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below