12 giugno 2014 / 11:44 / tra 4 anni

Padoan: da investitori esteri forte interesse per Italia

MILANO (Reuters) - Dagli incontri degli ultimi giorni avuti negli Stati Uniti con varie tipologie di investitori, emerge un messaggio molto chiaro di interesse per l‘Italia.

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoana Berlino per una conferenza lo scorso 5 giugno. REUTERS/Thomas Peter

Lo ha detto il ministro dell‘Economia Pier Carlo Padoan, appena rientrato dagli Stati Uniti, partecipando ad un convegno organizzato a Milano dal Fondo italiano di investimento.

“Da questi colloqui ho avuto un messaggio molto chiaro. C‘è un interesse che va a crescere per gli investimenti nel nostro paese, che viene considerato area di crescita potenziale molto alta” ha affermato Padoan. “La ragione di questo rinnovato interesse è dovuto alle potenzialità di fondo dell‘economia italiana, nonostante la crisi, e alla spinta di riforma del nuovo governo”.

Il ministro ha aggiunto che le richieste degli investitori internazionali convergono su “Semplicità, trasparenza, certezza del diritto” per migliorare il “business environment”.

IN ARRIVO MISURE PER ECONOMIA

Sul fronte dell‘azione di governo Padoan, ha spiegato che ministero dell‘Economia, Mise e Bankitalia stanno “lavorando a delle misure, alcune delle quali spero possano essere approvate nei prossimi giorni, non solo per lo stimolo immediato, ma per cambiare il sistema degli incentivi con i cui i finanziamenti vanno all‘economia”.

Il ministro ha citato il potenziamento dello strumento della garanzia pubblica, anche valutando iniziative insieme alla Bei, e una maggiore partecipazione al finanziamento delle imprese infrastrutturali; allo studio ci sono anche misure per “favorire l‘apporto di capitale proprio al sistema delle imprese e lo sviluppo di fondi di credito sulla scia di altre esperienze internazionali”.

“Queste misure sono in fase di elaborazione finale, a breve avremo indicazioni più precise” ha aggiunto.

Il ministro ha sottolineato che per il prossimi 5-10 anni sia l‘economia italiana sia quella europea hanno due opzioni: “vivacchiare senza aggredire la disoccupazione o cambiare passo e saltare su un percorso di crescita diverso in grado di accelerare la creazione di nuovi posti di lavoro”.

“La differenza tra i due sentieri la fa la qualità e l‘efficacia dell‘azione dei policy maker, direttamente ma anche indirettamente creando un quadro di fiducia di medio termine. Credo che le condizioni che si stanno accumulando vadano in questa direzione” ha spiegato il ministro.

SISTEMA BANCARIO HA TENUTO, ORA GUARDARE AVANTI

Padoan ha riconosciuto la resistenza mostrata dal sistema bancario italiano durante il lungo periodo di crisi, aggiungendo però che “adesso che le condizioni stanno migliorando, serve guardare avanti per dare una nuova spinta e un nuovo contributo” alla crescita.

Parlando poi del prossimo inizio del semestre di presidenza Ue dell‘Italia, Padoan ha ribadito la volontà di mettere “al centro del tavolo il tema della disoccupazione e della crescita”.

“Ho già avviato in via informale colloqui con i colleghi europei, spero che la discussione possa essere fruttuosa, altrimenti tutti avremo le nostre responsabilità” ha concluso il ministro.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below