May 29, 2014 / 9:05 AM / 4 years ago

Lavoro, Squinzi: tempo indeterminato più flessibile, detassare premi produttività

ROMA (Reuters) - Semplificare e rendere più flessibile il contratto a tempo indeterminato e detassare il salario di produttività anche se nasce da un’iniziativa unilaterale dell’imprenditore. Sono le principali richieste di Confindustria al governo in tema di lavoro.

Il numero uno di Confindustria Giorgio Squinzi. REUTERS/Remo Casilli

“Non abbiamo bisogno di un nuovo contratto, neppure a tutele crescenti. Abbiamo bisogno di semplificare e migliorare la disciplina di quello a tempo indeterminato, rendendolo più conveniente e attrattivo per le imprese”, ha detto stamani il presidente degli industriali, Giorgio Squinzi, nella relazione all’assemblea annuale di Confindutria.

Gli industriali chiedono azioni efficaci per la formazione e il ricollocamento dei lavoratori, e hanno dato la disponibilità al governo a impegnare in questo senso loro fondi, come spiegano rappresentanti di Confindustria.

Gli industriali vorrebbero che venisse favorita la contrattazione aziendale che lega i salari ai risultati aziendali: bisogna “consentire di decontribuire e detassare il salario di produttività anche se nasce dall’autonoma decisione dell’imprenditore”, ha spiegato Squinzi.

(Antonella Cinelli)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below