17 aprile 2014 / 07:33 / 4 anni fa

Borsa Milano in rialzo, bene Pop Milano e Mps, giù Banco Popolare

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in moderato rialzo una seduta di transizione, caratterizzata dalla chiusura di posizioni in vista del lungo ponte pasquale.

Operatori a lavoro. REUTERS/Lucas Jackson

In lieve calo nella prima parte della giornata, il listino milanese è passata in positivo dopo la pubblicazione del dato Usa sulle richieste settimanali di sussidi alla disoccupazione.

In sostanza, però, la seduta ha continuato ad essere priva di direzione e segnata da movimenti in ordine sparso, fino all‘asta finale, che ha registrato un‘impennata dei volumi.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib ha guadagnato lo 0,37%, l‘Allshare lo 0,4% e il Mid Cap dello 0,83%.

Volumi per un controvalore di circa 3,7 miliardi di euro.

Finanziari ancora con il segno più dopo il volo di ieri: l‘indice delle banche italiane è salito dello 0,54%.

INTESA SANPAOLO (+1%) e UNICREDIT (+0,08%) sostanzialmente in linea con la borsa.

POPOLARE MILANO (+4,8%) capofila del comparto dopo la conferma della tempistica dell‘aumento di capitale.

A ruota MONTEPASCHI (+2,81%), altro istituto alle prese con un aumento di capitale.

Accodata MEDIOBANCA (+2,49%).

In rosso, invece, BANCO POPOLARE (-2,04%) e POPOLARE EMILIA ROMAGNA (-1,77%).

Tra le banche, fuori dal paniere principale, bene BANCA IFIS (+4,08%) nella giornata in cui gli azionisti hanno approvato il bilancio.

Contrastato il risparmio gestito: AZIMUT +2,42% e MEDIOLANUM -0,31%. Al secondo giorno di quotazione, dopo la flessione di ieri, ANIMA mette a segno un balzo del 5,68%, superando con 4,28 euro, il prezzo di offerta.

MEDIASET (+1,18%) a passo veloce: secondo un trader, il Biscione viene premiato dalle indicazioni sulla ripresa degli investimenti pubblicitari a livello mondiale.

Nel settore dei media spunti per L‘ESPRESSO (+3,76%) e CAIRO COMMUNICATION (+2,89%).

Automotive tonico: il paniere europeo ha guadagnato il 2,11% nella giornata della pubblicazione dei dati sulle immatricolazioni di marzo. A Milano, FIAT +1,51%. Più staccate CNH INDUSTRIAL (invariata) ed EXOR (+0,47%).

PIRELLI (+1,66%) in linea con il comparto.

Tra le mid cap, PIAGGIO +2,48% SOGEFI +3,45%.

Piatta TELECOM ITALIA (-0,06%), all‘indomani dell‘assemblea.

In sofferenza le società legate ai consumi: CAMPARI -3,01%, AUTOGRILL -2,8%, WORLD DUTY FREE -0,8% e LUXOTTICA -0,97%.

Per il resto, in denaro STMICROELECTRONICS (+2,21%), BUZZI UNICEM (+0,85%), YOOX (+0,98%) e SAIPEM (+0,7%); deboli GENERALI (+0,06%) e ATLANTIA (-0,11%).

RECORDATI (+4,59%) premiata sulle vendite del primo trimestre.

Tra le small e mid cap, al galoppo FIDIA (+5,91%), BE (+7,35%) e TXT E-SOLUTIONS (+5,4%).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below