15 aprile 2014 / 11:13 / tra 4 anni

Greggio scende sotto 109 dollari, mercato guarda a Ucraina, Libia

LONDRA (Reuters) - I derivati sul greggio a Londra scendono sotto quota 109 dollari al barile in un mercato che soppesa le tensioni tra Russia e Ucraina e con le prospettive di una graduale ripresa nelle esportazioni di petrolio libico.

Una raffineria petrolifera. REUTERS/Devaan Ingraham

Ieri le quotazioni sul Brent sono salite ai massimi delle ultime sei settimane dopo che le potenze occidentali hanno concordato di estendere le sanzioni contro la Russia, mentre i separatisti pro-Russia hanno ignorato l‘ultimatum di lasciare i palazzi occupati nell‘Ucraina orientale.

A frenare i rialzi è invece la possibilità di una graduale riapertura di molti porti petroliferi in Libia che erano bloccati dai gruppi ribelli da luglio.

Intorno alle 13,00 italiane, il futures Brent cede 62 centesimi a 108,45 dollari al barile dopo aver guadagnato circa 2 dollari alla vigilia. Il derivato Usa perde invece 92 centesimi a 103,11 dollari.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below