7 luglio 2008 / 20:44 / tra 9 anni

Manovra, governo valuta ritiro Robin Tax

ROMA (Reuters) - Il governo sta valutando l‘ipotesi di ritirare dalla manovra la cosiddetta “Robin Hood Tax” su società energetiche, banche e assicurazioni.

Lo riferisce il presidente della Commissione Finanze della Camera Gianfranco Conte, spiegando che resta tuttavia confermata l‘introduzione della “social card” per le fasce sociali più deboli.

“Ci potrebbe essere, è l‘orientamento del governo”, ha risposto Conte a chi chiedeva dell‘ipotesi di ritirare la Robin Tax.

“Le preoccupazioni per la complessità della norma e la possibile ricaduta sui consumatori hanno portato a riconsiderare la norma, ma questo non vuol dire che c’è una modifica della strategia. Si sta lavorando per un‘ipotesi che tenga conto delle esigenze delle fasce deboli ma che possa riconsiderare la tassazione per così come è sviluppata”, ha aggiunto Conte. “L‘inasprimento del prelievo era funzionale alla social card, che resta confermata”, ha concluso Conte.

La Robin Hood Tax concorre nel 2009 ad assicurare un gettito pari a 4,5 miliardi circa di euro su una manovra finanziaria complessiva di 15 miliardi.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below