13 aprile 2008 / 07:45 / 10 anni fa

G7 indica scenario economia più cupo, appoggia piano Draghi

WASHINGTON (Reuters) - I Gruppo dei Sette ha tracciato un quadro più cupo rispetto a febbraio, parlando di un ulteriore indebolimento dell‘economia mondiale. Le turbolenze finanziare frenano il credito e i consumi, mentre i tassi di cambio hanno fatto registrare oscillazioni di un‘intensità non gradita, hanno indicato i G7 nel comunicato emesso al termine della riunione di ieri notte.

<p>Il presidente della Bce Jean-Claude Trichet al G7 di Washington. REUTERS/Yuri Gripas</p>

Per far fronte a questa situazione, i paesi più industrializzati hanno fatto proprie le raccomandazioni stilate dal Financial stability forum (Fsf) presieduto da Mario Draghi riguardo alla sorveglianza bancaria e alla cooperazione internazionale tra le autorità di vigilanza.

“Rimaniamo positivi sulla capacità di resistenza e recupero delle nostre economie nel lungo termine, ma le prospettive globali di breve termine si sono fatte più deboli” si legge nell‘incipit del comunicato pubblicato ieri notte.

“Le turbolenze finanziarie continuano a porre nuove sfide e sono più protratte di quanto previsto”, aggiunge il comunicato.

Per il Gruppo dei Sette i rischi riguardo alle prospettive economiche puntano ancora verso il basso e causa della debolezza del mercato immobiliare statunitense, delle difficoltà dei mercati finanziari e di un‘inflazione in accelerazione.

I leader finanziari esprimono, inoltre, preoccupazioni sulle brusche oscillazioni dei tassi di cambio registrate nei mesi successivi al meeting di Tokyo, in febbraio, anche se non citano espressamente il dollaro, l‘euro o lo yen, protagonisti di movimenti significativi nelle ultime settimane.

Il rapporto finale dell‘Fsf, presentato oggi dal governatore della Banca d‘Italia al G7, ha offerto un quadro dettagliato delle mancanze del sistema bancario e di vigilanza, indicando una lunga lista di raccomandazioni per frenare la crisi ed evitare nuove turbolenze.

Il G7 ha detto di approvare con forza il documento del Forum e ha selezionato alcune delle raccomandazioni da applicare nei prossimi cento giorni.

Il report dell‘Fsf ha chiesto un rafforzamento dei requisiti di capitale per le banche per affrontare periodi di tensione dei mercati e ha sollecitato una maggiore cooperazione internazionale tra le banche centrali e le autorità di vigilanza e regolamentazione.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below