21 luglio 2008 / 15:20 / 9 anni fa

Auto, appello contro divieto import "Panda cinese" in Europa

SHANGHAI (Reuters) - Great Wall Motor farà appello contro un tribunale italiano che le ha vietato la vendita di un‘auto compatta nell‘Unione Europea perché assomiglia troppo alla Fiat Panda. Lo ha detto oggi un legale della società cinese.

<p>La Fiat Panda. REUTERS/Jose Manuel Ribeiro</p>

“Senza dubbio faremo appello contro la decisione”, ha detto oggi l‘avvocato, precisando che Great Wall sta ancora lavorando alla propria risposta alla sentenza della settimana scorsa.

Un giudice torinese mercoledì scorso ha stabilito che Great Wall debba pagare una multa di 15.000 euro per la prima GWPeri compatta importata in Europa, dice Automotive News Europe.

Altre violazioni produrrebbero multe da 50.000 euro per ogni auto importata, dice la rivista specializzata sul suo sito web.

Un portavoce di Fiat ha confermato a Reuters la decisione.

Lo scorso ottobre una portavoce della Fiat in Cina aveva detto che la casa automobilistica italiana aveva avviato le procedure legali contro Great Wall in Cina ed Europa per la somiglianza della GWPeri con la Panda.

“Non possiamo accettare la decisione. Lasciatemi ribadire che la GWPeri è stata sviluppata autonomamente e non presenta somiglianze con la Panda”, ha detto il portavoce di Great Wall Shang Yugui.

Intanto c’è ancora attesa per una causa presentata dalla Fiat in Cina, ha aggiunto.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below