24 novembre 2009 / 17:59 / 8 anni fa

PUNTO 1 - Afghanistan, "presto" decisione Obama su nuove truppe

(riscrive con dichiarazioni Obama)

WASHINGTON, 24 novembre (Reuters) - Il presidente Usa Barack Obama ha detto oggi che annuncerà presto una nuova strategia Usa per l‘Afghanistan e che la sua intenzione è quella di avere un piano per “finire il lavoro” dopo otto anni di guerra.

Obama, nel corso di una conferenza stampa congiunta col premier indiano Manmohan Singh, ha parlato all‘indomani dell‘incontro finale col consiglio di guerra presidenziale sulla nuova strategia.

Voci influenti nel gabinetto di sicurezza nazionale di Obama, tra cui quella del ministro della Difesa Robert Gates e dei capi militari, sono a favore di un aumento di 30mila soldati, hanno detto alcuni funzionari. Il numero finale potrebbe toccare i 35mila, una volta che saranno inclusi anche gli istruttori.

Obama non è entrato nei dettagli ma ha detto che farà un annuncio dopo il Giorno del Ringraziamento. Ci si attende che tenga un discorso in prima serata martedì prossimo.

“Farò un annuncio al popolo americano su come intendiamo andare avanti. Lo farò brevemente”.

Sottolineando che la guerra in Afghanistan dura da otto anni, Obama ha detto che “è mia intenzione finire il lavoro”.

Il presidente, ieri sera, ha tenuto un meeting di due ore nella Situation Room della Casa Bianca con il vicepresidente Joe Biden, il segretario di Stato Hillary Clinton e Gates. Quello di ieri è stato il nono meeting sulla questione.

“Dopo aver portato a termine l‘ultimo meeting, il presidente Obama dispone di tutte le informazioni necessarie per prendere una decisione. Tale decisione verrà annunciata nei prossimi giorni”, ha fatto sapere tramite un comunicato il portavoce della Casa Bianca Robert Gibbs.

Una foto diffusa dalla stessa Casa Bianca ha svelato la partecipazione all‘incontro anche del ministro del Bilancio Peter Orszag, segno evidente che anche i costi di un eventuale invio di nuove truppe sono stati oggetto di discussione.

L‘annuncio di Obama dovrebbe arrivare quindi prima del meeting Nato del prossimo 7 dicembre in Europa, nel quale gli alleati dovranno decidere se inviare anch‘essi altre migliaia di addestratori in Afghanistan.

Al momento, in Afghanistan, ci sono circa 110.000 soldati stranieri, dei quali 68.000 americani.

Obama si è trovato costretto a rivedere la strategia militare dopo che il comandante in capo delle truppe Usa Stanley McChrystal ha stilato un rapporto nel quale si sottolineava la necessità dell‘invio di altri 40.000 soldati per poter combattere efficacemente i militanti talebani.

Il presidente Usa, tra l‘altro, è anche alle prese con forti pressioni interne su questo tema.

I repubblicani spingono per l‘invio di nuove truppe, necessarie a loro dire per sconfiggere i talebani, mentre i democratici vogliono che gli Usa studino un modo per poter progressivamente ritirare i soldati dall‘Afghanistan.

((Tradotto da Redazione General News Roma +3906 85224380, fax +3906 8540860, italy.online@news.reuters.com))

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below